lunedì 31 ottobre 2016

VISITA AGLI AMMALATI


Agli ammalati generalmente fa piacere ricevere visite. Ma è sempre meglio informarsi prima presso i famigliari se la nostra visita è opportuna e gradita. In caso affermativo, non ci si trattiene mai troppo a lungo, non si fanno domande particolareggiate sulla malattia dell’interessato (a meno che questi non manifesti il desiderio di parlarne), non ci si siede sul suo letto, non si riempie la stanza con molte persone.

domenica 30 ottobre 2016

CREMA PER MINESTRE IN SCATOLA

 
Le creme per minestra in scatola sono buone e rapide nella preparazione: personalizzatele aggiungendo ingredienti vari. Ad esempio nella crema di pomodoro mescolate dadini di prosciutto cotto tritato; in quella di asparagi un tuorlo d'uovo sbattuto con qualche goccia di limone e un pizzico di sale. 

sabato 29 ottobre 2016

ORA SOLARE

Questa notte le lancette dell'orologio dovranno indietreggiare di un'ora per il ritorno dell'ora solare.  Guadagnando così  un po' di sonno in più.

venerdì 28 ottobre 2016

RAME LAVORATO

Per pulire oggetti di rame lavorato le cui parti interne siano difficilmente raggiungibili dai liquidi appositi, immergeteli in acqua bollente in cui avete sciolto un cucchiaino di cremore di tartaro per litro. Si risciacqua, si asciuga con panno e si espone, possibilmente, al sole. 

giovedì 27 ottobre 2016

CAFFE' DELLA TORREFAZIONE


Per riconoscere eventuali adulterazioni nel caffè che si acquista nelle torrefazioni già macinato ma anche quello confezionato, si potrà effettuare un controllo versandone un cucchiaino in un bicchiere trasparente colmo d'acqua; il caffè purò galleggerà, mentre il prodotto estraneo colerà a fondo. 

mercoledì 26 ottobre 2016

CROCCANTE DI NOCI


Croccante di noci: impastate insieme 200 grammi di noci sgusciate e tritate, 200 grammi di zucchero,200 grammi di farina, 2 uova, un bicchierino di rhum, 50 grammi di burro.

Stendete la pasta fino a farle assumere lo spessore di un dito e tagliate in essa dei tondi con il bordo di un bicchiere (i ritagli potete riunirli e impastarli di nuovo). Ponete i dolcetti sulla lastra del forno unta di olio e fate cuocere a calore moderato per circa 30 minuti.

martedì 25 ottobre 2016

CALCIO AI GUSCI D'UOVA


Una cura di calcio efficace ed economica, adatta soprattutto ai ragazzi: lavate perfettamente un certo numero dl gusci di uova fresche e poneteli in forno ad essiccare, finché avranno assunto una leggera colorazione dorata.

Pestateli allora finemente nel mortaio, riconducendoli in farina: per la cura di calcio, basta prendere un cucchiaino al giorno di questa farina, sciolta in un liquido caldo.

lunedì 24 ottobre 2016

LE SVIZZERE


Le bistecche « svizzere » sono sane ed economiche perché si possono preparare con dei tagli di carne poco costosi, che, pur essendo saporiti e nutrienti, non sono adatti per essere cucinati alla griglia.

Perché la carne si amalgami meglio passatela attraverso la macchinetta tritatutto per quattro, cinque volte..

Perché le « svizzere » riescano perfettamente preparatele con l'apposita pressa, che troverete nei negozi di articoli casalinghi.

Per evitare che la carne si attacchi alle pareti dello strumento non serve infarinarlo, come molti consigliano; sarà sufficiente bagnarne ripetutamente le pareti interne.

domenica 23 ottobre 2016

PLASTICA TRASPARENTE


In autunno, se abitate in campagna o  in rioni poco affollati, sostituite le tende di tela colorata che riparano i vostri balconi dal calore estivo, con tende confezionate usando una robusta plastica trasparente.

Difenderanno i vostri balconi dal freddo e dalla fuliggine provocata dai termosifoni e li trasformeranno in piccole serre per i vostri fiori.

sabato 22 ottobre 2016

COME SI PREVIENE E COME SI CURA LA GOTTA


La gotta si previene e si cura escludendo dalla dieta tutti i cibi molto ricchi di nucleoprotidi (Macromolecola costituita da una frazione proteica ( istoni o proteine ) ricca di amminoacidi basici da una frazione acidica rappresentata da acido nucleico. I nucleoprotide sono la più comune categoria di proteine coniugate presenti negli organismi, entrando nella composizione dei cromosomi nucleari, dei ribosomi e nella struttura di numerose specie di virus)

Sono quindi sconsigliati nella maniera più assoluta, animelle, aringhe, molluschi, salmone, estratti di carne, caviale e limitati al massimo acciughe, pancetta, selvaggina, fegato, trota, merluzzo; anche la carne, le ostriche, i fagioli, i fagiolini, i piselli e le lenticchie devono essere consumati in quantità ridotta. La dieta di un gottoso o di un iperuricemico deve essere costituita da farinacei, vegetali, burro, grassi in quantità moderata, latte, formaggi, ogni qualità di frutta e dolci; sono permessi tè, caffè, cioccolata e assolutamente vietati gli alcolici. Particolarmente consigliabile è la cura annuale di acque minerali, che possono essere bevute abitualmente anche per tutto l'anno.

L'attacco acuto di gotta si cura con la colchicina, un farmaco che si estrae dalla pianta del colchico. Se ne prende un granulo ogni ora o due, a seconda della gravità dell'attacco, fino a che la crisi non tenda a migliorare o non compaia diarrea. Il guaio di questo farmaco, infatti, è la grande facilità con cui provoca disturbi intestinali, se adoperato in una certa quantità per più giorni di seguito.

Si consiglia di non fare da sé, chiamare il medico in caso di attacco di gotta.

venerdì 21 ottobre 2016

IL POLLO IN POP CORN

La sentite la musica tipica delle giostre? Lo sentite il profumo di zucchero filato e frittelle?
E' proprio in questa atmosfera che troviamo i nostri pop corn di pollo. Piccole pepite dorate da mangiare rigorosamente con le mani.
Ingredienti per 4 persone:
2 petti di pollo, 1/2 cucchiaino di spezie miste,1/2 cucchiaino di zucchero a velo,1/2 cucchiaino di pepe misto, 1/2 cucchiaino di sale,3 albumi, 1/2 bicchiere di latte, 125gr. di farina, 150gr. di pangrattato rustico, olio di semi di arachide per friggere.
Realizzazione: 30 min. -  Cottura: 8-10 min.
Preparazione:
-Pulite i petti di pollo dagli scarti e rimuovete l’ossicino centrale la carne a cubetti molto piccoli, circa 1 cm di lato.
-Riunite in una ciotola farina, spezie, zucchero, pepe e sale e amalgamate.
-Passate i cubetti di pollo nella farina aromatica appena realizzata.
-Mettete sul fuoco una padella con abbondante olio di semi e lasciate che prenda calore.
In alternativa, se avete a disposizione una friggitrice, versate l'olio e
fate riscaldare.
Nel frattempo in una ciotola sbattete leggermente gli albumi con il latte, non è necessario montarli.
. Passate i pezzetti di pollo infarinati in un colino cosicché perdano la farina in eccesso.
. Immergete i pezzetti di pollo nel composto di albumi e latte e poi passateli nel pangrattato. Ripetete l'operazione per realizzare una seconda panatura, passando i bocconcini nuovamente nel composto di albumi e latte e nel pangrattato.
Quando l'olio sarà ben caldo tuffatevi i pop corn di pollo. Lasciate friggere fino a doratura uniforme.
Se avete usato una comune padella, prelevate i pop corn di pollo dall'olio con una schiumarola e fateli asciugare su fogli di carta assorbente. Altrimenti estraete il cestello della friggitrice a frittura ultimata.
Assaggiate e salate se necessario.

giovedì 20 ottobre 2016

PARETI DI CUCINA

Le decorazioni da preferire per le pareti di cucina avranno attinenza con i cibi ; molto graziose  le piccole ceramiche che riproducono i vari tipi di verdure. Esistono anche delle allegre riproduzioni di frutta e verdure .

mercoledì 19 ottobre 2016

SPOLVERARE VELOCEMENTE



Per spolverare in modo perfetto e veloce è preferibile usare gli strofinacci di fibre sintetiche, che hanno la particolarità di attirare e di trattenere la polvere (ve ne sarete accorti osservando come le tende di questi materiali si sporcano più rapidamente di quelle di cotone). In commercio c’è ne sono di tutti i tipi e colori.

martedì 18 ottobre 2016

RICETTA DEI VECCHI TEMPI

COLLO D'OCA E DI POLLO.

Con un collo d'oca o di pollo potrete preparare un piatto saporito.
Riempite la pelle, dopo averla svuotata e cucita da un lato con filo forte, con un impasto ottenuto tritando un pugno di spinaci lessati e insaporiti nel burro, un cucchiaio di prezzemolo, le frattaglie del pollo lessate, un po'di carne avanzata e amalgamando il tutto con un uovo, un cucchiaio di formaggio grattugiato, un pizzico di sale e di pepe, un po' di salsiccia, una grattugiatina di noce moscata. Occorre non riempire troppo la pelle per evitare che si rompa; sarà comunque opportuno bucarla qua e là con un ago, dopo aver chiusa anche l'altra apertura. Si fa cuocere a fuoco lento in acqua salata per 40 minuti.

lunedì 17 ottobre 2016

MACCHIA SUPERFICIALE


Per togliere una macchia superficiale dai tessuti pesanti occorre tamponare bene dal rovescio con lo smacchiatore, dopo aver appoggiato la stoffa su un panno bianco ripiegato più volte, che fungerà da assorbente. Si eviterà in questo modo di far penetrare di più la macchia nel tessuto.

domenica 16 ottobre 2016

GINNASTICA PER LE GAMBE

Per mantenere le vostre gambe in perfetta forma, se non avete tempo per una ginnastica appropriata, prendete l'abitudine di salire lentamente le scale a piedi, appoggiandovi soltanto sulle punte e cercando di respirare con regolarità. 

sabato 15 ottobre 2016

MEDICINA CASALINGA

L'acqua di cottura della cicoria e dei finocchi è molto utile a chi soffre di aerofagia.
Se vi sentite depressi preparate un infuso con 20 grammi di cime fiorite  di rosmarino in un litro d'acqua.
L'infuso di gambi e foglie di sedano preso regolarmente dopo i pasti ha il potere di rinfrescare l'alito e agevolare la digestione.  

venerdì 14 ottobre 2016

PEDONI E AUTOMOBILISTI


C’è un modo molto semplice per persuadere ogni pedone che gli automobilisti non sono tutti  “pirati della strada ", o “omicidi”, gente che ha carpito la patente chissà come, e ogni automobilista che i pedoni non sono poi altrettanti “incoscienti” e «suicidi potenziali »: è quello di pensale che, con l'attuale; enorme diffusione dell'automobile, ogni automobilista è un pedone che ha potuto finalmente recuperare la propria auto, ogni pedone è un automobilista che è riuscito a trovare uno spazio libero dove parcheggiare la propria macchina.

La persona alla quale siamo tentati di rivolgere i nostri “insulti” pochi minuti fa provava, forse, i nostri identici sentimenti e subiva la stessa tentazione nei nostri riguardi. Questa constatazione ci aiuterà a ricordare che, oltre a un codice della strada, esiste un galateo della strada.

giovedì 13 ottobre 2016

VISO OVALE E LUNGO

Un viso ovale troppo lungo apparirà più tondo e corto con un tocco orizzontale di rossetto per guance ben sfumato sugli zigomi.

mercoledì 12 ottobre 2016

PAPPA DOLCE O SALATA?


Una volta la prima pappa era sempre dolce; si cuocevano le farine (di grano o di riso) nel latte oppure si somministrava una farina lattea. Ora, proprio perché si desidera variare la qualità dell'alimento, si preferisce iniziare  con le pappe salate. La pappa cotta nel latte costituirà una seconda tappa nel passaggio dall'alimentazione liquida a quella semisolida.
Così  un bambino avrà:
a 5-6 mesi: 4 pasti di latte e una pappa salata;
a 6-7 mesi: 3 pasti di latte, una pappa salata e una pappa dolce;
a 8-9 mesi: 2 pasti di latte e 2 pappe salate.

martedì 11 ottobre 2016

CASSETTA DI SICUREZZA COME SI USA


Per accedere alla sua cassetta, il cliente dovrà rispettare l'orario di ufficio e dimostrare la sua identità al personale della banca,  firmando anche un modulo speciale.
Il contratto di affitto di una cassetta di sicurezza è annuale e rinnovabile anno per anno. Alla scadenza, se il cliente non si presenta alla banca per ritirare ciò che aveva depositato nella cassetta, la banca provvede ad avvertirlo della dimenticanza con lettera raccomandata.
Se il ritardo supera i sei mesi e il cliente risulta irreperibile, la banca può ottenere dal Pretore l'autorizzazione  ad aprire la cassetta, secondo le modalità di legge.
È possibile intestare una cassetta di sicurezza anche a due o tre persone, stabilendo nel contratto se ciascuna può operare per conto proprio, o se occorre la presenza di tutte per aprire la cassetta. In caso di morte dell'intestatario il diritto di aprire la cassetta spetta agli eredi secondo le modalità stabilite dalla legge

lunedì 10 ottobre 2016

MAIONESE SENZA UOVA


Per i sofferenti di fegato: « maionese » senza uova. Occorrente per quattro persone: 2 cucchiai di besciamella molto densa fatta nel solito modo, un cucchiaio di senape, olio, sale, pepe, aromi.
Per prepararla, mescolate alla besciamella fredda la senape, un pizzico di sale e gli aromi (prezzemolo, basilico, salvia, timo) tritati. Versate l'olio goccia a goccia come se faceste una vera maionese: ne occorreranno circa due cucchiaiate piuttosto abbondanti.

Il gioco è fatto!

domenica 9 ottobre 2016

ROSE IN FRIGORIFERO


Conserverete a lungo le rose lasciandole per qualche ora nella parte più bassa del frigo.


sabato 8 ottobre 2016

TOAST INEDITI

Dei toast inediti? Una fetta di pane da toast, una fetta di prosciutto cotto, una fetta di ananas, una fetta di fontina o di formaggio olandese, un'altra fetta di pane da toast. Mettere nel forno o nel tostapane . Quando il formaggio comincia a sciogliersi, togliere dal forno o tostapane, tagliare ogni toast in quattro parti, fissare ogni quarto con un grosso stecchino colorato o con una spiedino e presentare: avranno un sicuro successo.

venerdì 7 ottobre 2016

INUTILI PAURE

Per evitare inutili paure: non raccontiamo fatti troppo impressionanti o tragici davanti ai bambini, il loro fragile equilibrio può essere scosso.

giovedì 6 ottobre 2016

LA CUCINA BULGARA

La Bulgaria è il Paese in cui ci sono parecchi centenari   e, comunque, anche quando non arrivano al secolo, i Bulgari raggiungono quasi sempre una tarda età. Merito, essi dicono, dell'alimentazione molto semplice e sana, basata sempre su elementi genuini.

Come i Turchi, anche i Bulgari sono ghiotti di antipasti di ogni tipo: essi costituiscono un piatto d'obbligo e vengono sempre seguiti dalla minestra, la  “tchorba” che può essere considerata la pietanza nazionale.

Le minestre, nelle loro varietà, soprattutto nelle campagne diventano veri e propri piatti unici, poiché nella loro composizione entra spesso anche la trippa o il fegato o la carne.

Anche i legumi hanno gran parte nella alimentazione in Bulgaria: patate, cipolle, carote, zucchine, melanzane, compaiono quotidianamente e in grande quantità sulla tavola, così come le gustose insalate.

Le pietanze di carne sono spesso a base di manzo, di vitello o di maiale, anche se l'agnello e il montone sono di ottima qualità, come del resto in tutti i Balcani. Un piatto di carne tipico è lo “yahnia” che potrebbe essere paragonato al nostro stufato perché è preparato con carne di varie qualità. Per gli arrosti o per la cottura sulla brace, i Bulgari preferiscono il manzo o il montone.

La cucina bulgara è ricca di dolci; i più famosi sono la  “ banitza” e la "halva”, una specie di budino di semolino con frutta. Famosa è la dolcissima e profumata marmellata di rose, che i Bulgari mangiano a cucchiaiate inframmezzate da sorsi di acqua gelata.

La Bulgaria produce buoni vini rossi da pasto: sono particolarmente pregiati quelli delle province di Pazardjik, di Tchirpan, di Melnik, che vengono serviti generalmente con gli arrosti, mentre il vino bianco, fra cui il migliore è quello di Euxinogrado, viene servito anche con il bollito.

mercoledì 5 ottobre 2016

PERIODO DI CASTAGNE


Togliete la prima buccia a un chilogrammo di castagne e fatele lessare, quindi togliete anche la seconda buccia, schiacciatele con lo schiacciapatate e mescolate a questa purea gr 50 di burro fuso, 2 bicchierini di liquore dolce e infine zucchero e cioccolato in polvere a piacere. Foggiate con il composto delle palline grosse come una castagna, che farete passare nella polvere di cioccolato e disporrete poi in un piatto coperto con un centrino di carta merlettata.

martedì 4 ottobre 2016

POLLAME AMERICANO


Per dimensioni e qualità il pollame americano, allevato con becchimi selezionatissimi, è da considerarsi fra i migliori, per quanto il pollame nostrano, quando si tratta di pollame allevato nelle fattorie e non di batteria, sia senza dubbio pur saporito.

Il pollo e il tacchino americano, sono tuttavia giustamente famosi. Nei mercati il pollo viene già venduto secondo determinate caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto alle varie ricette. Il pollo fritto è una delle specialità della cucina americana e richiede un pollo giovane che, per una tecnica di cottura particolarmente studiata, compare sulla tavola perfettamente cotto e croccante come si deve.

Il tacchino è il re della tavola americana, e gode il suo trionfo specialmente due volte l'anno, per la festa del Ringraziamento, il “Thanksgiving Day”, che si celebra il 4° giovedì di novembre e per il Natale. Il tacchino viene riempito con una farcia che varia secondo le regioni (normalmente a base di marroni, di pane e di salvia, o di ostriche e altri condimenti) e viene cotto nel forno accompagnato con una salsa di bacche rosse, la « cranberry sauce ». Il padrone di casa taglia il tacchino in tavola, e non è impresa da poco, poi serve personalmente i commensali..

lunedì 3 ottobre 2016

LEGNA PER CAMINETTO

La specie di legnami più adatti da bruciare nei caminetti sono le seguenti: faggio, leccio, olmo, rovere, frassino, robinia, che ardono con giusta rapidità, non scoppiettano e lasciano braci a lungo incandescenti. Si deve evitare di bruciare nei caminetti i legni resinosi, come il pino e l'abete, che scoppiettano troppo ed emettono fumo eccessivo.

domenica 2 ottobre 2016

IL VERO TAPPETO ORIENTALE


Uno dei sistemi per distinguere i tappeti orientali dalle imitazioni consiste nel soppesarli : un tappeto falso è sempre più leggero di un tappeto autentico di uguali dimensioni; occorre però aver modo di fare un raffronto. Inoltre i tappeti orientali non hanno la trama regolare e le frange sono imperfette.

Premendo con il piede su un tappeto orientale autentico noterete che non restano impronte.

Se il tappeto che state per acquistare presenta al tatto una superficie secca e ruvida, ciò significa che è stato sottoposto a un lavaggio troppo energico, in seguito al quale il tessuto può essersi rovinato.

Osservate il tappeto dal rovescio: potrete così notare eventuali riparazioni, che ne farebbero diminuire il prezzo di acquisto.

sabato 1 ottobre 2016

LA PREPOSIZIONE

La parola "fuori" deve essere seguita dalla preposizione DI e non dalla preposizione DA; si dirà quindi: "fuori della porta" e non "fuori dalla porta"- "fuori della città" e non "fuori dalla città".