venerdì 31 ottobre 2014

ELIMINARE IL GRASSO

Conoscere i meccanismi che regolano questo processo può essere importante per aiutarci a capire quel che dobbiamo fare per rientrare... nei limiti di peso!
Il nostro grasso se ne sta immagazzinato all'interno di cellule giganti chiamate ADIPOCITI che, al microscopio, ci appaiono proprio come minuscoli contenitori di liquido oleoso. Nell'organismo il grasso viene da un lato demolito attraverso un meccanismo che si chiama LIPOLISI e sintetizzato dall'altro con un processo chimico denominato invece LIPOGENESI.
Se riusciamo ad accelerare la lipolisi, e contemporaneamente a rallentare la lipogenesi, avremo come effetto la riduzione dei depositi di grasso: gli adipociti diventano più piccoli, il peso diminuisce.

giovedì 30 ottobre 2014

L'ORA MIGLIORE PER FARE DI TUTTO



Qual è l'ora in cui rendiamo al massimo sul lavoro? E quella più adatta per fare sport? Meglio una birra a pranzo, a cena, o a fine pomeriggio? A che cosa è dovuto il colpo di sonno delle due? Cercate sul web qual è il vostro ritmo circadiano e scoprire come funziona l'orologio biologico.
 

mercoledì 29 ottobre 2014

FORUM BANCHE

Il 30 e 31 ottobre si svolgerà a Roma presso Palazzo Altieri la sesta edizione del Forum Banche e PA 2014 - Servizi bancari e finanziari per la PA e gli investimenti pubblici, organizzato da ABI e ABI Eventi in collaborazione con FORUM PA e con il patrocinio di ROMA CAPITALE.


L'edizione 2014 si posiziona in una finestra temporale densa di riferimenti al rilancio del mercato della PA come volano per l'economia e la società italiana. 


Le novità in essere e quelle annunciate (sblocca Italia, decreto Madia sulla PA, legge Delrio, riorganizzazione dell'agenzia digitale, D.Lgs n. 126 del decreto 2014 sull'armonizzazione dei bilanci) hanno e avranno impatto su tutti gli stakeholders; il convegno è l'occasione per creare e consolidare un sistema di relazioni a supporto del rilancio della PA.

martedì 28 ottobre 2014

PAVIMENTI IN LEGNO

 
Per schiarire e smacchiare i pavimenti di legno pulirli 2 o 3 volte all'anno con uno strofinaccio abbondantemente imbevuto di benzina, che si cambia non appena apparirà sporco. lasciare asciugare il pavimento, con le finestre aperte, per mezza giornata, quindi dare la cera o il prodotto idoneo come al solito.  

lunedì 27 ottobre 2014

GLI ITALIANI E IL VERDE

Un quadro tutt'altro che negativo emerge dall'indagine svolta da Swg per Assorel (Associazione Italiana delle Agenzie di relazioni Pubbliche) sulle opinioni e i comportamenti degli Italiani in materia di tutela dell'ambiente e consumi sostenibili: il 74% degli Italiani non giudica lo sviluppo sostenibile e la difesa dell'ambiente una moda, ma lo inserisce tra i valori fondamentali, tanto da incidere in maniera profonda sulle motivazioni di acquisto.

L'indagine, effettuata su un campione di 1500 persone rivela che per il 90% degli Italiani è importante che un'impresa si occupi di salvaguardare l'ambiente e il 78% dei consumatori è disposto a pagare di più per acquistare i prodotti di un'azienda impegnata sul fronte ambientale.

L'impegno ambientale di un'azienda è un fattore che pesa nella scelta dei prodotti e dei servizi e nell'acquisto i cittadini chiedono di essere informati sulle buone pratiche di sostenibilità delle aziende produttrici,per oltre i due terzi dei consumatori. 

Tra le soluzioni per una miglior tutela ambientale, gli Italiani mettono l'educazione a uno stile di vita attento agli sprechi (52%), maggiori controlli sugli scarichi industriali (39%), uso di energie da fonti rinnovabili (34%) e incentivi all'utilizzo di materiali ecosostenibili (32%).

Il 68% delle persone chiede che la riconoscibilità ambientale sia messa bene in evidenza sui prodotti (e non solo pubblicizzata in tv o su internet) e anche se in tempi di crisi il driver dominante resta il costo (46%), l'impegno ambientale di un'azienda è premiato ed è diventato, per il 79% degli Italiani, uno stimolo a preferirla.

Per proteggere l'ecosistema è richiesto un forte impegno individuale (53%) da ogni singolo cittadino, una maggiore volontà di governi e amministrazioni (50%), e comportamenti più virtuosi da parte delle imprese (43%).

Ben l'83% degli intervistati sottolinea che solo i singoli, con le loro micro-azioni individuali, possono dare un contributo reale alla salvaguardia dell'ambiente e l'85% degli intervistati ritiene insufficienti e i comportamenti ambientalisti degli Italiani.

Le abitudini GREEN degli Italiani sono: il 65% evita di gettare materiali inquinanti negli scarichi; il 59% rispetta l'ambiente urbano; il 52% limita i livelli della temperatura del riscaldamento; il 51% fa la raccolta differenziata e il 48% è attento a non sprecare acqua. Gli Italiani mettono meno attenzione, invece, nell'uso razionale dei detersivi (31%), nell'uso di materiali ecosostenibili (16%), nell'attenzione al tipo e quantità di imballaggi (16%).

Mentre il 35% ha l'abitudine di tenere accesi, anche se in stand by, gli apparecchi, il 21% lascia sempre inserito il caricabatteria del cellulare nella presa e il 14% lascia il televisore acceso anche se nessuno lo guarda, fortunatamente sussistono anche le buone abitudini. Il 57% evita di lasciare i caloriferi accesi quando non è in casa; il 73% non apre le finestre quando ha il condizionatore acceso; il 59% non fa partire la lavatrice o la lavastoviglie con poco carico.

Sulla raccolta differenziata emerge che: il 57% della popolazione mette da parte carta e plastica, il 55% separa il vetro, il 44% l'umido, il 36% le pile esaurite e il 33% i medicinali scaduti.

Per quanto riguarda la mobilità i dati che emergono non sono molto positivi: il 62% usa l'auto tutti i giorni, mentre il 75% degli Italiani non utilizza o usa solo saltuariamente i mezzi pubblici, la bicicletta è usata solo dal 18% degli Italiani, mentre solo il 3% sceglie il car sharing e car pooling

domenica 26 ottobre 2014

GLASS-STEAGALL E BRICS +

Glass-Steagall e BRICS +
sono le uniche armi disponibili ed efficaci contro il crollo sistemico in corso.
Come dimostrano i dati economici e la crescente schizofrenia dimostrata dai governatori delle varie Banche Centrali, il sistema finanziario occidentale è irrimediabilmente fuori controllo ed è destinato all'implosione.
In parallelo corrono i focolai di guerra che destabilizzano interi continenti: Africa, Medio Oriente, Europa e Asia sono sede di rivolte armate e guerre civili che mettono in pericolo la pace mondiale e che di sicuro impediscono la realizzazione delle grandi opere infrastrutturali necessarie allo sviluppo dell'economia e della civiltà.
La City e Wall Street, un insieme di interessi finanziari e commerciali che stanno derubando le ricchezze reali del pianeta attraverso le truffe finanziarie e tramite il controllo del credito, sono seduti su bolle speculative che ormai "ammontano" a qualcosa come 2.000.000 di miliardi di dollari, una cifra al di fuori di qualsiasi realtà fisica, una misura della pazzia che ha dominano le politiche economiche occidentali negli ultimi 40 anni.
Però i governi che rappresentano la metà della popolazione mondiale hanno dato vita a una "resistenza" economica, culturale e scientifica, una alleanza tra nazioni volenterose di investire nell'economia fisica allo scopo di produrre le nuove ricchezze fisiche necessarie allo sviluppo dell'umanità.
I "BRICS +": ovverosia l'alleanza tra Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa affiancati da Argentina, Egitto, Ecuador, Bolivia e Tailandia, stanno mostrando al mondo occidentale che è possibile e tecnicamente facile tornare ad investire nei grandi progetti infrastrutturali che sono i soli capaci di creare quella nuova ricchezza reale necessaria a rilanciare l'economia di intere nazioni e di interi continenti.
Ora i politici occidentali devono decidere da che parte stare, devono decidere se guidare i cittadini verso un nuovo sistema economico mondiale, o se lasciare che il morente occidente monetarista porti via secoli di civiltà e cultura.
Per queste ragioni il sostegno a Glass-Steagall e BRICS + siano le uniche armi disponibili ed efficaci contro il crollo sistemico in corso.

sabato 25 ottobre 2014

ORA LEGALE

Tra poco bisognerà spostare un'ora indietro  la lancetta dell’orologio.
Infatti nella notte tra il 25 e  il 26 ottobre tornerà l'ora solare, che molti preferiscono all'ora legale.
Ci si accorge subito del cambiamento per le giornate più corte e l'impressione che sia già inverno.

venerdì 24 ottobre 2014

ECOMONDO



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dal 5 all'8 novembre 2014 si terrà la 18esima edizione della Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile, dedicata alle principali strategie europee ed internazionali sull'eco-innovazione e la trasformazione del rifiuto in risorsa.
Sono oltre 400 le aziende espositrice già iscritte e tanti gli eventi previsti anche quest'anno, dall'appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy al Salone sulla Mobilità Sostenibile H2R.
Il salone internazionale di Rimini Fiera, leader nell'area mediterranea per la lunga e articolata filiera dell'ambiente, concentrerà i suoi contenuti sulle soluzioni utili ad incrementare l'efficienza e a ridurre i consumi, fino a definire processi più sostenibili e competitivi sui mercati internazionali.

 

giovedì 23 ottobre 2014

CHE COS'E' UNA COSTITUZIONE

La Costituzione è la legge fondamentale dello Stato. Essa racchiude l'insieme dei principi generali e fondamentali entro i quali la vita del singolo cittadino e la vita dello Stato devono manifestarsi. È l'atto solenne che fa nascere uno Stato (o dà atto della sua nascita) e ne fissa le caratteristiche, i capitoli giuridici e di costume, le aspirazioni e le tendenze. È l'ordinamento supremo dello Stato, madre di tutte le leggi, le quali devono essere tutte rispondenti ai suoi principi.

mercoledì 22 ottobre 2014

WELFARE A FAVORE DI ALTRI


hotel vicenza 4 stelle
 

Alcune cifre sulla clandestinità e sottolineo clandestinità , che gli italiani pagano per ogni clandestino che arriva sul nostro territorio .

12 Miliardi di euro i soldi pubblici spesi ogni anno per gli immigrati tra sanità, assistenza, scolarizzazione.

900 euro la diaria mensile per chi accoglie un immigrato, si tratti di strutture alberghiere o di privati.

900 euro la spesa mensile pro capite coperta dallo Stato per pasti, vestiario, biancheria, medicine.

300 euro la rendita mensile corrisposta dalla Stato agli invalidi civili.

2400 euro il costo totale per mantenere ogni mese un clandestino.

martedì 21 ottobre 2014

LATTE PER TUTTI


 
Se c'è un argomento sul quale tutti i dietologi sono d'accordo, è senza dubbio quello che riguarda il valore insostituibile del latte nell'alimentazione umana. Esso è un alimento completo, indispensabile all'uomo (come a ogni mammifero) per poter sopravvivere nel primo periodo di vita.

Parlando del latte di solito ci si riferisce al latte di mucca, che è il più usato in Europa e in America. È interessante sapere però che in diversi Paesi viene consumato il latte di altri animali: in Lapponia si

beve il latte di renna, nelle Indie e in Bulgaria quello di bufala, nell'Africa Nera il latte di zebù e nei paesi orientali quello di cammello.

Anche da noi si consumava un tempo il latte di capra, di pecora o di asina che sembrava fosse più leggero e digeribile di quello di mucca.

Oggi però solo quest'ultimo viene raccolto nelle campagne e distribuito con metodi moderni e industrializzati dalle Centrali.

lunedì 20 ottobre 2014

IL NOBEL PER LA LETTERATURA

Patrick Modiano, francese di sessantanove anni è stato insignito il 9 di questo mese con il Nobel per la letteratura. Nel mese di dicembre sarà pubblicato da Enaudi il nuovo romanzo da lui scritto:
L'ERBA DELLE NOTTI.

domenica 19 ottobre 2014

FATTORI CHE DEGENERANO IL CAPELLO

Oltre alle malattie generali, altri fattori determinano, o per lo meno favoriscono, la caduta dei capelli sono anche  le disastrose conseguenze che possono derivare da una cura dimagrante intrapresa senza aver consultato il medico. Uno di questi inconvenienti è appunto la perdita dei capelli e i maggiori responsabili sono i farmaci che servono a placare lo stimolo della fame. Questo, tuttavia, non significa che tali farmaci non debbano essere usati ; è opportuno, però, che queste cure siano fatte con prudenza e sempre sotto il controllo e la guida del medico, i l quale,
dopo un'accurata visita, prescriverà il medicinale adatto nelle giuste dosi, e quasi sempre consiglierà di alternare un medicamento a un altro.
Anche le cure a base di ormoni sessuali maschili (per le donne), e le cure troppo prolungate a base di antibiotici possono danneggiare il capello. Perciò, come per le cure dimagranti, è necessario affidarsi al medico.
Infine, l'ansia, il superlavoro mentale, le forti emozioni, tutti fattori caratteristici della vita moderna, conducono spesso a squilibri del sistema nervoso, con conseguente sofferenza dei capelli. A questo
proposito, ricordiamo che oggi le donne perdono i capelli con maggior facilità; ciò è dovuto al fatto che esse sono inserite attivamente nel campo del lavoro e sono quindi sottoposte a stati ansiosi e a sforzi non indifferenti che si ripercuotono anche sulla vitalità dei capelli. Spesso le cause dell'alopecia sono da ricercarsi in alcuni trattamenti estetici a cui si  sottopongono i capelli.

sabato 18 ottobre 2014

OGGI A MILANO

Contro la politica del Governo che stanzia fondi per persone che non ne hanno diritto e aumenta le  tasse a  chi le paga.
 

venerdì 17 ottobre 2014

LA MUSICA FA BENE



Ascoltare musica influenza positivamente sia la salute fisica sia quella psicologica. Lo rivela uno studio condotto dagli esperti del Social Sciences and Humanities Research Council e del Naturai Sciences and Engineering Research Council di Londra, due enti scientifici statali britannici, e pubblicato sulla rivista di ricerca scientifica Trends in Cognitive Sciences. Gli esperti inglesi hanno esaminato gli effetti della musica su un gruppo di oltre quattromila pazienti di tutte le età, sottoponendoli a ripetute analisi durante l'ascolto della loro musica preferita. Così facendo, hanno scoperto che ascoltare musica fa aumentare nel sangue la quantità di una sostanza preziosa per il sistema immunitario, immunoglobulina A, e il numero dei linfociti NK, le cellule che difendono il corpo da microbi e virus. Ascoltare musica, poi, aiuta ad abbassare i livelli di collisole l'ormone dello stress. Per questo motivo, ha anche un deciso effetto tranquillante e rilassante.

giovedì 16 ottobre 2014

IL MONUMENTALE DI MILANO

 
L'idea di istituire nella città di Milano un unico e grande cimitero, per sostituire i numerosi, insalubri ed anche miseri cimiteri periferici nasce nel 1837.
Si concretizza però soltanto nel 1862, dopo l'indipendenza dalla dominazione austriaca, con l'approvazione del progetto presentato da Carlo Maciachini, architetto lombardo già di notevole prestigio, ad un concorso indetto dal Municipio di Milano nel 1860.
Il Monumentale, inaugurato nel 1866, nasce come cimitero aperto a tutti i milanesi "a tutte le torme e tutte le fortune", ma
è chiara sin dall'inizio la volontà del Municipio di farlo diventare   "monumento" della milanesità, luogo di memorie
civiche e, come tale, dedicato ad un pubblico più ampio e non solo ai dolenti.
L'opera del Maciachini incorpora diversi suggerimenti stilistici
secondo il gusto eclettico dell'epoca, associando gusti del Gotico - Pisano con il Romanico - Lombardo e con inserti bizantineggianti.
Nelle sculture e nelle architetture del Monumentale si possono ripercorrere le vicende della città e gran parte della sua storia artistica dal realismo ed eclettismo di fine ottocento, al liberty e al simbolismo di inizio novecento, dagli anni trenta all'epoca contemporanea, come in un vero, straordinario museo a cielo aperto dove sono rappresentati i maggiori artisti italiani.
Insieme alle cappelle delle grandi famiglie, della cultura e dell'imprenditoria milanese, vi sono molti personaggi illustri che hanno legato il loro nome alla storia politica e civile di Milano e dell'Italia tra cui: Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo.
Luca Beltrami, Carlo Forlanini, Salvatore Quasimodo, Filippo
Turati, Anna Kuliscioff e Arturo Toscanini.

mercoledì 15 ottobre 2014

RISO NERO

Il riso arrivò in Sicilia grazie agli arabi che dominavano l'isola per lungo tempo. Il cacao, invece, lo portarono gli spagnoli che qui regnavano, lasciando varie testimonianze artistiche, oltre ai profumi, colori, odori e sapori che arricchiscono la cucina dell'isola. Con questi due ingredienti le donne di Messina, in particolare, impararono a preparare un dolce semplice ma molto goloso.
I bambini ne vanno ghiotti, oggi come allora, e lo si prepara volentieri perché un piatto nutriente leggero e molto digeribile.
 
LA RICETTA  
200 gr. di riso Roma, 50 gr.  di cioccolato fondente, 15 gr. di zucchero, 1 bastoncino di cannella, sale.
Lessare il riso in acqua leggermente salata. Scolarlo e aggiungere subito il cioccolato grattugiato. Mescolare con cura sino a far prendere a tutto il riso il colore nero.
Versare su un piatto da portata e cospargere con cannella tagliata a scaglie molto sottili; ultimare con una spolverata di zucchero, lasciare raffreddare e servire.

martedì 14 ottobre 2014

FORMAGGI FRESCHI

I formaggi freschi maturano lentamente nei luoghi di fabbricazione in condizioni ambientali perfettamente studiate e controllate, che non è possibile riprodurre in casa nostra. È quindi saggio acquistare il formaggio a seconda delle necessità normali della vostra famiglia, senza costituire una scorta che creerebbe senz'altro dei problemi di conservazione spesso insolubili.
Tuttavia è opportuno considerare in ogni caso la conservazione temporanea di piccoli quantitativi di formaggio. V'è chi condanna il frigorifero, vi è invece chi lo ammette. I formaggi molli si possono conservare in frigorifero dopo averli accuratamente avvolti nella pellicola, in modo che l'aria non venga a contatto con il formaggio. La ricotta non può essere conservata né in frigorifero né altrove: è buona solamente quando è freschissima. Il mascarpone si conserva nel frigorifero al massimo per due giorni; altrimenti ingiallisce e diventa acido.
II gorgonzola si conserva male, indurisce, acquista un sapore amarognolo ed è quindi bene acquistarlo sempre nella quantità che
presumete possa essere consumata in un pasto.
I formaggi di pasta dura si conservano bene nel frigorifero, a patto che siano prima avvolti in un panno bianco pulitissimo, bagnato nell'acqua e ben spremuto. Vi sono recipienti di vetro o di plastica, con coperchio a cupola, speciali per conservare il formaggio in frigorifero; il recipiente non esclude tuttavia l'avvolgimento nella pellicola o nel panno umido.  Quest'ultima precauzione serve non solo a mantenere un certo grado di umidità al formaggio ma evita che esso spanda il suo profumo, spesso molto forte, nel frigorifero o che, a sua volta, possa assorbire l'aroma di altri cibi.
I formaggini di capra non devono mai essere messi nel frigorifero ma vanno conservati in luogo fresco e asciutto oppure in vasi di vetro sott'olio.
Un tempo si usava la campana di vetro per conservare fresco il formaggio; oggi è passata in disuso, ma se in casa ne avete una, tiratela fuori e vedrete che assolverà molto bene il suo compito.

lunedì 13 ottobre 2014

5 REGOLE DEL BENESSERE

1) Mangiare poco. A tavola evitare: o ridurre la carne rossa, aumentare le verdure ed eliminare i carboidrati (frutta inclusa) dopo le ore 16.
2) Niente fumo (danneggia il microcircolo e ingrigisce la pelle) pochissimo alcol e tanta acqua.
3) Attività fisica: almeno tre volte alla settimana, per il corpo e per la mente.
4) Dormire dalle sette alle otto ore a notte.
5) Sorridere di più.

domenica 12 ottobre 2014

LIGABUE - MISS MONDO

 miss mondo
 
 
«Si viene e si va» è il brano che apre il sesto album di Ligabue, pubblicato proprio 15 anni fa. Ma è solo uno dei grandi successi contenuti nel disco, come «Almeno credo», «Una vita da mediano» e «L'odore del sesso». L'album fu l'ennesimo grande successo del Liga: ottenne cinque dischi di platino.


sabato 11 ottobre 2014

RAME LUCIDO

Come pulire il rame
Per rendere lucenti gli oggetti di rame anneriti: strofinateli accuratamente con uno straccio bagnato di latte cagliato(http://it.wikihow.com/Cagliare-il-Latte) , poi con uno asciutto.

venerdì 10 ottobre 2014

FIORI RECISI

(zinnia)
I fiori che appena colti perdono la linfa durano più a lungo se si taglia il gambo in sbieco e si brucia la sua estremità finche non annerisce.
Se le vostre zinnie "piegano la testa", è sufficiente introdurre uno stuzzicadenti nel gambo, passando esattamente dal centro del fiore. 

giovedì 9 ottobre 2014

EBOLA

La notizia del primo caso di Ebola contratto in Europa ha riacceso lo spauracchio di una possibile mutazione del virus che porti l'infezione a diffondersi per via aerea.
Uno scenario inquietante che è stato prontamente smentito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità: il virus non è in grado di trasmettersi in altro modo se non attraverso i fluidi corporei.  E l'ipotesi che possa modificare le sue vie di trasmissione rimane per ora altamente inverosimile.
 

mercoledì 8 ottobre 2014

VALORE DIETETICO DELLA MINESTRA


La minestra, qualunque sia la ricetta con cui è stata preparata, è la migliore apertura del pasto. Per i nostri nonni era inconcepibile iniziare in altro modo il pasto della sera; nelle cucine di un tempo infatti il brodo era sempre pronto per servire di base alle minestre più svariate.

La minestra contiene, si può dire, quasi tutti gli elementi necessari a una alimentazione completa. Infatti, una buona minestra composta da brodo di carne, verdure, condimenti, pasta o riso, fornisce al nostro organismo proteine, idrati di carbonio, grassi, cellulosa, sali minerali, vitamine. È quindi molto più sostanziosa ed energetica di quanto possa essere, ad esempio, un piatto di pastasciutta. Per quanto riguarda i condimenti della minestra (burro, olio d'oliva) essi si rivelano particolarmente digeribili se invece di soffriggerli si aggiungeranno per ultimo quando le verdure sono ormai cotte.

I dietisti consigliano tuttavia di non abusare della minestra e di non mangiarne mai più di un piatto. Dicono anche che la minestra non deve essere troppo liquida, perché in questo caso tende a distendere eccessivamente le pareti dello stomaco e a diluire i succhi gastrici, rallentando la digestione.

Bisogna anche avere l'avvertenza di mangiare la minestra di verdura molto lentamente, e di masticare bene se non si vuole che la digestione risulti troppo laboriosa e provochi un senso di fastidioso gonfiore allo stomaco.
Particolare attenzione dovrete anche usare per quanto riguarda la temperatura della minestra; se è troppo calda, oltre a non permettervi di gustarla a dovere, essa irrita lo stomaco. Se vi accade, o accade ai vostri ragazzi, di inghiottire una cucchiaiata di minestra troppo calda, non reagite bevendo subito un bicchiere di acqua molto fredda: questo repentino sbalzo di temperatura è veramente nefasto e ha una pessima influenza sulla digestione. Limitatevi a smettere di mangiare per qualche minuto, per dare tempo allo stomaco di annullare da solo l'effetto dell'irritazione prodotta dal calore.

martedì 7 ottobre 2014

POLTRONA IN CUOIO

Se avete una poltrona in cuoio e avete problemi  per lucidarla, ma non volete utilizzare i prodotti chimici,  seguite questo semplice consiglio. Basterà sfregare energicamente il cuoio con una pelle di montone.

lunedì 6 ottobre 2014

IL VASO INCRINATO

C'era una volta, in una regione della Cina, un portatore d'acqua che si guadagnava da vivere trasportando il prezioso elemento dalla lontana sorgente al villaggio.
Due volte al giorno portava il suo carico in due grandi vasi appesi alle estremità di un'asta di legno poggiata trasversalmente sulle sue spalle. Il vaso che gli pendeva sulla sinistra era intatto e arrivava sempre pieno al villaggio, mentre quello di destra aveva una piccola incrinatura e perdeva un po' di acqua. Purtroppo l'uomo non aveva di che comperarsi un vaso nuovo, così la faccenda andò avanti per anni. Un giorno, però, il vaso incrinato prese la parola e disse al portatore: «Sono davvero mortificato, credimi. Perdo l'acqua che dovrei conservare. Ti chiedo perdono. Mi vergogno della mia imperfezione». Il portatore guardò il recipiente, lo accarezzò amabilmente e gli rispose: «Al nostro
prossimo viaggio, lungo il tragitto, guarda dalla tua parte della strada». «E cosa vedrò...», chiese il vaso.
«Vedrai che meravigliosa scia di fiori sono nati lungo la via, grazie all'acqua che non sei riuscito a trattenere a causa della tua imperfezione».
 
(Da un'antica leggenda cinese)

domenica 5 ottobre 2014

JOVANOTTI E LA SUA WEB TV

 
Le trasmissioni sono iniziate il 2 ottobre, ma la data di nascita è la stessa del suo creatore, il 27 settembre. Parliamo di JovaTv (www.jova.tv), il primo canale televisivo Web ideato e realizzato da Lorenzo Cherubini. «Potrete trovarci i miei video, i miei concerti, materiale inedito recuperato da vecchi bauli, ma potrebbe capitare anche un quiz show o un talent per extraterrestri» ha spiegato Jovanotti. «A me piacerebbe metterci dentro esperimenti, viaggi e soprattutto musica».

sabato 4 ottobre 2014

BENEFICI DEL CAMMINARE

CAMMINARE: TUTTI I BENEFICI
La camminata agisce come un vero e proprio farmaco, per questo è sempre più comune sentir parlare di "somministrare attività fisica". Nello specifico, camminare aiuta a ridurre il livello di colesterolo "cattivo" (LDL) e ad alzare quello "buono" (HDL), a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, a ridurre il rischio di sviluppare il diabete senile (tipo 2), e infine ci facilitane! tenere il peso nei limiti.
 

venerdì 3 ottobre 2014

NUTRIRSI A UNA CERTA ETA'

Non siete più giovani e l'ultimo controllo medico è stato molto soddisfacente. Il dottore ha concluso però la sua visita dicendovi che il   miglior   modo   per   tenere   lontano   la     vecchiaia    è di fare   « attenzione » alla dieta.
Questo avvertimento vi lascia alquanto perplessi. Pur essendo animati dalla migliore volontà, non sapete precisamente come seguire il consiglio del medico. Per fermare il tempo sareste disposti anche a fare qualche sacrificio di gola, ma nessun sacrificio è necessario: solo la scelta di cibi nutrienti e di facile digestione, da consumare nella quantità richiesta dall'età e dalle proprie esigenze
fisiche. Due infatti sono i problemi dell'alimentazione quando non si è più giovani: qualità e quantità dei cibi.

giovedì 2 ottobre 2014

SOCIETA' PARTECIPATE IN ITALIA SERVONO?

In Italia ci sono troppe società partecipate locali. Secondo il Mef, ministero dell'Economia e delle Finanze, erano 7.726 al 31 dicembre 2012. La banca dati della presidenza del Consiglio invece ne conta circa diecimila (tanto per avere un metro di paragone europeo: in Francia sono un migliaio), e troppe sono inefficienti.

mercoledì 1 ottobre 2014

SEMPRE PIU' GROSSO

Il coniglio di Florentijn Hofman a Taoyuan
 
 
 
Dopo le papere, il coniglio e l'ippopotamo sono le nuove gigantesche opere dell'artista olandese Florentijn hofman.
Il coniglio di 25 metri è esposto a Taiwan, mentre l'ippopotamo è nel Tamigi a Londra.