domenica 31 agosto 2014

LA SIAE E LE FESTE


Quando l'esecuzione di brani musicali avviene in un luogo pubblico bisogna pagare i diritti d'autore alla SIAE. Ad accollarsi queste spese devono essere gli organizzatori dell'evento. La tariffa dipende

dal numero degli invitati, dal tipo di musica e dalla categoria del locale. In generale, per un ricevimento fino a 150 ospiti, si spende da 100 a 200 euro.

Per essere in regola con i pagamenti basta rivolgersi al più vicino ufficio territoriale della Siae o direttamente dal sito (trovi gli indirizzi e tutte le informazioni su www.siae.it, tel. 0659902615) che rilascia un permesso e il foglio da compilare con l'elenco dei brani.

sabato 30 agosto 2014

ALABASTRO

 
l colore classico dell'alabastro è il bianco. Solo raramente però noi troviamo degli oggetti di questo colore, poiché, per la particolare lavorazione cui la pietra viene sottoposta, che è simile a quella delle pietre dure, l'alabastro assume colori diversi: rosso corallo, blu lapislazzulo, giallo agata, verde malachite, rosa quarzo, marrone onice e così via.
Esiste anche un altro tipo di alabastro, molto raro e anche molto prezioso, di color verde rosa che prende il nome dall'aspetto particolare con cui si presenta: c'è così l'alabastro « fiorito », quello « dorato », quello « a occhi », quello « a tartaruga », quello « a rose ».
Oggi, in commercio, si trova però soltanto il primo tipo che, oltre a essere molto bello, offre anche diverse e simpatiche soluzioni, che sono particolarmente adatte a ogni tipo di casa.

 


venerdì 29 agosto 2014

BEVANDE AMARE

Per mitigare la sete preferite bevande amare, che vi toglieranno il senso di arsura, stimolando le ghiandole salivari.


 

giovedì 28 agosto 2014

DECORO PER TAVOLA

Per decorare una tavola rotonda preparate un'allegra piramide vegetale. Disponete al centro della tavola delle grosse foglie d'edera; sopra questa base disponete una piramide di frutta, guarnita qua e là di foglie verdi. Per costruire meglio la piramide potete adottare come sostegno un'intelaiatura di fili di ferro a cono. Questa intelaiatura potrà servirvi in altre occasioni per una quantità di composizioni di fiori e di frutta inventate da voi con fantasia e buon gusto.

 

mercoledì 27 agosto 2014

MANI FERME

Le mani ferme sono più belle: in posizione di riposo esse assumono una loro espressività colma di dignità e di riserbo.
Per questo parlando cercate di non toccarvi i capelli, di non tormentare la collana e il vestito; non rigirate sempre l'anello, non gesticolate, non agitate ciò che tenete in mano: la sigaretta, un bicchiere, un foglietto o la borsetta. Dovranno sorvegliarsi soprattutto le donne molto espansive.

martedì 26 agosto 2014

PUNTI NERI

Prima di strizzare i punti neri appoggiate sulla pelle, per una decina di minuti, una pezzuola di spugna imbevuta di acqua calda, che, dilatando i pori, favorirà la fuoruscita del grasso. Per evitare arrossamenti della pelle strizzate i punti neri tenendo la punta delle dita avvolta in pezzuole di tela sottile.


lunedì 25 agosto 2014

TEMPO DI PORCINI

Quella di quest'anno, grazie alle piogge abbondanti, si preannuncia una stagione eccellente per i funghi. Ce ne saranno in abbondanza il 30 e 31 agosto a Castel del Rio (Bologna) per la sagra dei porcini.

domenica 24 agosto 2014

ORATA ALLA TUNISINA

Per preparare l'orata alla tunisina fate un ripieno pestando nel mortaio uno spicchio d'aglio, un mazzetto di prezzemolo, un peperone rosso e amalgamando il tutto con due noci di burro salato. Togliete le scaglie all'orata e pulitela; mettete il ripieno nel pesce e disponete questo in una pirofila con del burro.
Cuocete in forno per mezz'ora.


sabato 23 agosto 2014

DOPPI PLURALI

Non si dirà: aveva i bracci legati, ma « le braccia » ( « i bracci » sono parti laterali sporgenti. Es.: i bracci della croce, di un  fiume di un lampadario, ecc.).
Non si dirà: quei buoi avevano lunghi corni, ma « corna » ( « i corni » sono infatti strumenti musicali).
Non si dirà: i fondamenti di questo palazzo sono solidi, ma « le fondamenta » ( « i fondamenti » significa infatti « princìpi fondamentali >).
Non si dirà: le labbra di una ferita, ma  i labbri » ( « i labbri » sono infatti i margini esterni, mentre le labbra sono unicamente la parte esterna della bocca).
Non si dirà: le grida di quell'animale, ma « i gridi » ( « le grida » infatti è più usato per i suoni emessi dagli esseri umani).
Non si dirà: ho i membri molto stanchi, ma « le membra » ( « i membri » sono infatti i componenti di una determinata società.
 
 
 

venerdì 22 agosto 2014

VETRO DENTRO VETRO

Se due recipienti di vetro o di porcellana si sono incastrati l’uno nell’altro si potranno dividere senza pericolo di romperli immergendo quello esterno nell'acqua calda e ponendo in quello interno dei pezzetti di ghiaccio. Il primo si dilaterà per effetto del calore e potrà essere staccato facilmente.

giovedì 21 agosto 2014

CIGLIA FINTE

COME SI USANO
Le ciglia finte sono confezionate, in genere, in uno scatolino, 
e sono appoggiate a un supporto, dal quale vanno staccate con somma cura, servendosi possibilmente di una pinzetta. Basta sollevare leggermente un angolo e la strisciolina con le
ciglia vien via dal suo sostegno, pronta per essere applicata. L'applicazione è un po' difficile le prime volte ma, quando si è fatta la mano, risulta semplice e abbastanza agevole. Le ciglia si mettono a trucco quasi ultimato, cioè quando già si è
steso il fondo-tinta, si è data la cipria e sfumato l'ombretto. È
consigliabile, anche, tracciare la riga con l'« eyeliner » prima di procedere all'applicazione, poiché è difficilissimo far aderire le ciglia finte proprio all'inizio della palpebra e, pertanto, resta sempre in evidenza una strisciolina chiara, poco estetica.
Se, invece, si traccia la riga, le ciglia finte risulteranno perfettamente fuse con quelle vere.
Le ciglia più fini (le più care purtroppo) hanno in genere peli di media lunghezza e il supporto che deve aderire all'occhio di giusta misura. Sono quindi pronte per essere applicate.
Le altre, viceversa, vanno tagliate e regolate.
Il supporto deve essere accorciato (perché le ciglia devono sporgere ai lati dell'occhio solo qualche millimetro) e così pure i peli (un po' più ai lati, un po' meno al centro) per ottenere un effetto veramente naturale.


mercoledì 20 agosto 2014

DANNI DA SMOG A COSE E ANIMALI

Certamente ogni donna di casa ha fatto, specialmente d'inverno, la « prova bucato > ; è assolutamente impossibile, infatti, stendere all'aperto la biancheria appena lavata, perché subito si ricopre di granellini neri. Questa polvere fuligginosa ricopre ogni cosa: le auto in sosta, i terrazzi, i fili della luce e le piante, annerendo tutto con uno spesso strato nero e oleoso. Essa riesce a infiltrarsi anche in casa e persino sui nostri indumenti che siamo costretti a cambiare più spesso del solito. A contatto con questa atmosfera, il ferro arrugginisce più in fretta, gli intonaci si sgretolano, le tappezzerie si sciupano senza rimedio, le vernici si corrodono, la vegetazione intristisce.
Persino gli animali domestici che hanno l'abitudine di leccarsi
il pelo, ne diventano le vittime: è certo infatti che anche nei
gatti e nei cani, il numero dei tumori polmonari è aumentato.


martedì 19 agosto 2014

SCRITTURA CREATIVA

Le righe conclusive di una lettera hanno un'importanza di cui spesso non ci rendiamo conto. Ma sono proprio le parole finali, se ben congegnate, a consegnare a chi legge un messaggio emotivo forte. Quindi dedica morta attenzione a come scrivere il tuo commiato.    Un  esercizio  utile ? Usa un
semplice elemento: l'avverbio. Tante lettere terminano con la formula: "Tua", più la firma. Prima di quel "tua" puoi mettere un avverbio che sottolinei il sentimento da lasciare al destinatario. "Desolatamente tua" dice una cosa, "Serenamente tua" un'altra, "Spudoratamente tua" un'altra ancora. 
Cerca la parola giusta! Buon lavoro.

 

lunedì 18 agosto 2014

DOLCETTI DI ALBUME


Accade spesso di avere a disposizione degli albumi, rimasti dopo aver utilizzato il tuorlo. Poiché non si possono conservare a lungo conviene utilizzarli subito, preparando dei dolcetti di facile esecuzione. Sbattete con un cucchiaio di legno mezzo etto di burro ammorbidito in precedenza e unitevi poi, poco alla volta, due cucchiai di zucchero al velo, due cucchiai di fecola di patate, un pizzico di vaniglia e due albumi.

Disponete il composto su una di quelle lastre di metallo fornite di incavi  o in silicone che servono  per cuocere i biscotti a pasta molle, evitando che si congiungano tra loro (avrete già imburrato e infarinato la lastra, se è quella che utilizzate). Infornate a forno caldo e dopo pochi minuti sfornate.

Una variante: montate a neve tre albumi uniti a 250 grammi di zucchero al velo; aggiungete il succo di mezzo limone e 250 grammi di mandorle sbucciate e grossolanamente tritate. Disponete

il composto sull'apposita lastra per biscotti e fate dorare in forno moderato.

domenica 17 agosto 2014

DAI MOZZICONI ALLE BATTERIE





Dal riciclo dei mozziconi di sigaretta le batterie del futuro

I mozziconi di sigaretta, piccoli ma dannosi per l'ambiente. Nonostante le campagne informative, sono ancora molto numerosi. E se fosse possibile riutilizzarli come materia prima per produrre oggetti di uso quotidiano o addirittura immagazzinare energia? In questo modo uno dei rifiuti più molesti potrebbe tornare a nuova vita, una vita migliore. Un team di ricerca della della Corea del Sud ha convertito le cicche in un materiale ad alte prestazioni che può essere integrato in computer, dispositivi portatili, veicoli elettrici e turbine eoliche per lo stoccaggio dell'energia.

Un miracolo? No, il frutto di alcuni studi basati sulla possibilità di trasformare i rifiuti in materia prima. Secondo gli scienziati della Seoul National University, che hanno portato avanti la ricerca, il materiale ricavato potrà essere utilizzato per rivestire gli elettrodi dei supercondensatori elettrochimici, componenti che possono immagazzinare grandi quantità di energia elettrica, offrendo anche una soluzione al crescente problema ambientale causato dai mozziconi abbandonati.

Si stima che ben 5600 miliardi di mozziconi di sigaretta (pari a 766.571 tonnellate), si disperdano ogni anno nell'ambiente in tutto il mondo. Nel corso del loro studio, i ricercatori coreani hanno però dimostrato che le fibre di acetato di cellulosa di cui sono prevalentemente fatti i filtri delle sigarette potrebbero essere trasformate in un materiale a base di carbonio utilizzando una tecnica semplice chiamata pirolisi. Come risultato di questo processo di combustione, il materiale a base di carbonio risultante avrà una serie di minuscoli pori, aumentando le prestazioni.

"Una combinazione di pori di differenti dimensioni assicura che il materiale abbia una densità di potenza elevata, una proprietà fondamentale di un supercondensatore per la carica rapida," ha spiegato il co-autore dello studio, il prof. Jongheop Yi.

Una volta realizzato, il materiale a base di carbonio è stato collegato a un elettrodo e testato in un sistema a tre elettrodi per vedere in che modo poteva assorbire ioni elettroliti e poi rilasciarli. Il materiale riusciva a conservare una maggiore quantità di energia elettrica garantendo anche un maggiore stoccaggio rispetto al grafene e ai nanotubi di carbonio.

Attualmente il carbonio è il materiale più utilizzato nei supercondensatori, grazie al basso costo, all'elevata conducibilità elettrica e alla stabilità a lungo termine. Gli scienziati di tutto il mondo stanno lavorando per migliorare le caratteristiche dei supercondensatori, come densità di energia, densità di potenza e stabilità, cercando di ridurre anche i costi di produzione.

"Il nostro studio ha dimostrato che i filtri di sigarette possono essere trasformati in un materiale a base di carbonio ad alte prestazioni utilizzando un "processo one-step" semplice, che offre allo stesso tempo un soluzione verde per soddisfare le richieste energetiche della società. Tanti paesi stanno sviluppando norme rigorose per evitare le migliaia di miliardi di cicche di sigarette tossiche e non biodegradabili che finiscono nell'ambiente ogni anno. Il nostro metodo è un modo per contribuire a farlo," ha detto Yi.

sabato 16 agosto 2014

AMICI A 4 ZAMPE



Siamo nel pieno dell'estate, nella stagione che dovrebbe essere la più calda dell'anno. Come gli uomini anche gli animali possono soffrire dei problemi legati alle alte temperature. 

I cani e i gatti hanno normalmente una temperatura corporea intorno ai 38 gradi e, diversamente dagli uomini, la perdita di calore in eccesso non avviene con la sudorazione, o meglio essa avviene solo dai polpastrelli in maniera minima.

Tra i cani le razze che hanno il muso schiacciato (boxer, bulldog, carlini, ecc..) e alcuni gatti, come i persiani e gli esotici, che hanno il setto nasale corto, soffrono di più, in quanto hanno già problemi di respirazione dovuti alla propria razza.

Se il caldo risulta particolarmente intenso può comportare non solo fastidio, ma anche conseguenze che possono interessare anche la salute. Per questi animali sono necessarie le stesse precauzioni che generalmente vengono adottate per anziani e bambini.

Ecco alcuni consigli da seguire per far star bene il vostro amico a 4 zampe:

- portarlo fuori casa nelle ore più fresche, al mattino presto e verso sera, non farlo affaticare durante la passeggiata e portare sempre con sé una bottiglia di acqua e una ciotola;

- mettere sempre a disposizione acqua fresca (non gelata, per evitare congestioni) e spazi all'ombra;

- tosare gli animali con il pelo molto folto e lanoso;

- bagnare il corpo con acqua fresca, con spugnature, evitando di avvolgerlo perché così si inibirebbe la perdita di calore;

- non abbandonarli in spazi chiusi non ventilati, come l'automobile parcheggiata al sole;

- proteggerli dalle scottature solari applicando alle estremità bianche e sulle punte delle orecchie delle apposite creme solari ad alta protezione;

- applicare preventivamente degli antiparassitari;

- porre attenzione anche ai colpi di freddo per l'aria condizionata o per correnti d'aria;

- scegliere un'alimentazione leggera, ricca di liquidi.

In generale i gatti si adattano meglio all'arrivo del caldo cercando i posti più freschi della casa e rimanendo fermi, mentre i cani, pur riducendo la loro attività solita, per termoregolarsi possono produrre più bava e ansimare di più.

E' opportuno ricordare che se si verificasse un colpo di calore, riconoscibile, per il cane, dall'aumento della frequenza respiratoria e cardiaca, dalla perdita di lucidità e coordinazione e dalla trasformazione delle mucose della bocca da rosso intenso ad un colore bluastro e, per i gatti, dalla salivazione eccessiva, dalla debolezza, dai tremori e a volte dal vomito e diarrea, è necessario intervenire con prontezza per evitare spiacevoli accadimenti.

In questi casi risulta necessario mettere il vostro animale all'ombra e bagnarlo, soprattutto sulla testa, sopra il collo, sotto le ascelle e nella regione inguinale, con dei panni imbevuti di acqua fresca, non ghiacciata per evitare l'insorgenza di altri problemi.

Se davvero amiamo gli animali, proteggiamoli!

venerdì 15 agosto 2014

FERRAGOSTO

La parola Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, la festa pagana, introdotta in onore dell'imperatore romano Augusto, con cui, dal primo giorno del mese di agosto si celebrava la raccolta dei cereali.

Tale celebrazione che di solito veniva festeggiata in settembre alla fine del ciclo della stagione estiva, venne spostata dall'imperatore Augusto all'inizio del mese che porta il suo nome.
Le Feriae Augusti si dipanavano tra riti collettivi e banchetti, bevute ed eccessi sessuali, a cui tutti potevano partecipare, comprese schiavi e serve.

Queste festività che raggiungevano il loro picco il 15 del mese, erano così radicate che la Chiesa decise di cristianizzarle, piuttosto che provare a sradicarle.
Così, nel secolo VI, le Feriae Augusti vennero assorbite e trasformate nella celebrazione dell’Assunzione in cielo di Maria Vergine che, terminata la sua vita terrena, fu elevata alla gloria celeste con l’anima e con il corpo.

giovedì 14 agosto 2014

PESCE FRESCO

 
 
Per riconoscere la freschezza del pesce non affidatevi al vostro olfatto, perché il pesce, pur essendo freschissimo, può avere un odore strano, se si è nutrito di erbe marine; al contrario, quello che viene conservato in ghiaccio generalmente non ha odore. Dovete invece osservare che l'occhio sia chiaro e lucente e le branchie di un rosso scarlatto.
Inoltre la carne dovrà opporre una certa resistenza sotto le dita.


mercoledì 13 agosto 2014

ARIA PULITA NELLE CITTA' ITALIANE


Notizie positive arrivano dal Rapporto Istat sulla qualità dell'aria nelle città italiane: la qualità dell'aria è in lieve miglioramento grazie all'aumento delle biciclette e alla diminuzione delle auto private in circolazione. 

Gli italiani preferiscono muoversi scegliendo altri modi, come il bike sharing (bici condivise) e il car sharing (auto condivise), iniziative da tempo affermate soprattutto nelle grandi città. Nel 2013 il car sharing risulta disponibile in 23 città (20 nel 2012 e 18 nel 2011), e il servizio di bike sharing in 66 capoluoghi, contro i 52 del 2011. Nel Nord il servizio è disponibile in 4 capoluoghi su 5, al Centro in 2 capoluoghi su 3 e nel Mezzogiorno in 1 su 4.

I dati Istat mostrano inoltre che le piste ciclabili sono presenti in 105 città, in 36 delle quali per una lunghezza di almeno 34 km. La prima città italiana con più di 100 km di piste per 100 kmq è Torino, seguono Bergamo, Brescia, Mantova, Treviso, Padova, Pordenone e Modena. Gli 11 capoluoghi che risultano privi di piste ciclabili si trovano al Sud.

Nel 2013 si registra una riduzione del tasso di motorizzazione nei capoluoghi di provincia: 613,2 autovetture (-0,9 rispetto al 2012) e 132,7 motocicli ogni 1000 abitanti (-0,6 rispetto all'anno precedente). Diminuisce anche la domanda di trasporto pubblico locale, che scende da 201,1 a 188,6 passeggeri annui per abitante.

Rispetto ai livelli del 2012 si registra un calo anche per le polveri sottili: il numero di capoluoghi dove il valore limite per la protezione della salute umana previsto per il PM10 viene superato per più di 45 giorni passa da 52 a 44.

Crescono le quote di autovetture euro 4 o superiori e motocicli euro 3 (meno inquinanti) che rappresentano rispettivamente il 53 e il 37,8% dei veicoli circolanti nei capoluoghi. Nel Mezzogiorno solo il 42% delle auto è di classe euro 4 o superiore e questo, ad esempio in Campania ha comportato il peggioramento della qualità dell'aria.

Secondo i dati Istat si stanno diffondendo sempre più  i piccoli appezzamenti di terra di proprietà comunale per la coltivazione ad uso domestico e il giardinaggio ricreativo, che vengono assegnati in comodato ai cittadini che li richiedono. Si trovano nell'81% delle città del Nord, nel 60% circa delle città del Centro, mentre al Sud si trovano solo a Napoli, Andria, Barletta, Palermo e Nuoro. 

Infine, l'Istat ha rilevato che in 43 comuni italiani è stata individuata una rete ecologica, che consente il mantenimento della biodiversità anche in ambito urbano.

martedì 12 agosto 2014

LEOLANDIA


A soli due passi da Milano, troverete Leolandia, il parco divertimenti per tutta la famiglia.

Scoprirete ben 38 attrazioni e le tante novità che vi aspettano. La prima è rappresentata da show e animazioni: dall'emozionante spettacolo Avventura, ricco di numeri acrobatici, alle animazioni itineranti, fino agli show che hanno per protagonisti pirati, cowboy e indiani. L'altra grande novità è Cowboy Town, l'area dedicata al Far West.

Ma non è finita qui: potrete vivere entusiasmanti avventure a bordo del Galeone, e ancora sfidare i vostri amici a suon di cannonate d'acqua a bordo di Mediterranea... uscirne asciutti sarà impossibile! A Leolandia, inoltre, si divertono anche i più piccini che hanno a disposizione tantissime giostre ed esperienze adatte a loro, dall'intramontabile carosello della Giostra Cavalli al simpatico trenino Oregon Express. E ancora l'area animali con l'acquario, il rettilario e l'allegra fattoria. Infine, Minitalia con la riproduzione dei monumenti più belli del nostro Paese e le statue parlanti di celebri personaggi.

LEOLANDIA IL PARCO DIVERTIMENTI PER TUTTA LA FAMIGLIA!

Autostrada A4 (Milano-Venezia) uscita Capriate

San Gervasio (BG) - Via Vittorio Veneto, 52

tel. +39 02 9090169 - www.leolandia.it

lunedì 11 agosto 2014

RIDERE PER LA MENTE

Fare una bella risata aiuta a mantenere vivi i ricordi. Lo rivela
uno studio condotto dagli esperti dell'Università di Lorna Linda, negli Stati Uniti, e presentato a San Diego al Convegno americano di Biologia sperimentale.
Gli scienziati californiani hanno chiesto a cinquanta persone con problemi di memoria di sottoporsi a un test sulla loro capacità di ricordare: a metà di esse i ricercatori hanno proposto di guardare un filmato molto divertente prima di iniziare l'esame; all'altra metà delle persone, invece, non hanno mostrato alcun filmato prima dell'esame.
Gli esperti hanno così scoperto che chi, prima dell'esame, aveva visto il filmato, e aveva quindi riso, aveva poi ottenuto i risultati migliori nel test di memoria. Questo accade, dicono gli scienziati, perché ridere riduce i livelli di cortisolo nel sangue, un ormone che il corpo produce per reagire allo stress e alla stanchezza e che ha un effetto negativo sulla memoria.
Così una risata cancella il collisolo e i ricordi tornano più vivi.


domenica 10 agosto 2014

IPERTENSIONE IL TEST

Un gene annuncia il rischio.
I ricercatori hanno dimostrato che, attraverso l'analisi del gene Agt, è possibile identificare i portatori di una variante genica con un ruolo importante nel meccanismo che innesca
l'ipertensione. Uno dei vantaggi del test (per ora disponibile in Italia al Centro diagnostico di Milano) è la semplicità di esecuzione, attraverso un tampone (prelievo di un campione di mucosa della bocca) o un prelievo di sangue.
Questo nuovo strumento diagnostico consente, quindi, di determinare la predisposizione individuale a sviluppare ipertensione arteriosa, definendo i rischi dell'individuo e permettendo al medico di impostare una cura mirata e tempestiva.


sabato 9 agosto 2014

BENESSERE ESTIVO

Frutta e verdura: i colori del benessere
 
 
La dieta proposta predilige i vegetali rosso-blu e giallo arancione  come mirtilli, more, prugne, pomodori, peperoni, ravanelli, anguria, pesche,melone e succo di limone.
* Sono particolarmente ricchi di betacarotene, flavonoidi, licopene, potassio e vitamina C, tutte sostanze antiossidanti in grado di favorire una sana abbronzatura, ma anche di rafforzare le difese naturali e di svolgere un'azione protettiva sulla circolazione e sui tessuti.
* In particolare la vitamina C, presente in abbondanza anche in insalate di colore verde intenso come la rucola, migliora anche l'umore e favorisce l'utilizzo dei grassi, accelerando il dimagrimento.
* L'alto contenuto di betacarotene e licopene, invece, protegge la pelle dall'azione negativa dei raggi del sole. Via libera, allora, a un menu vario e particolarmente colorato: i vegetali sono ideali anche per combattere caldo e stanchezza e per idratare e proteggere.

 
 
 
 
 
 
 

venerdì 8 agosto 2014

CADUTA CAPELLI

L'ultimo ritrovato in campo tricologico per quello che riguarda la medicina rigenerativa è l'utilizzo dei derivati piastrinici (Prp). Questa metodica consiste nell'iniettare direttamente nel cuoio capelluto della piastrine prese prima dal paziente.
Si esegue un semplice prelievo di sangue periferico che viene poi centrifugato e da cui si seleziona la porzione piastrlnica. Da diversi anni la metodica è nota a livello scientifico, tanto che in alcune sue applicazioni è diventata di routine (per esempio nella riduzione delle fratture). Sui capelli, sempre più studi dimostrano l'efficacia sia nell'arresto della caduta sia nella ricrescita.

 


 


 

 
 

giovedì 7 agosto 2014

PIATTI AVVELENATI

Negli ultimi anni si evidenzia un aumento dei rischi alimentari sulla tavola.
Residui chimici sopra le soglie di sicurezza, antiparassitari banditi, prodotti contaminati da sostanze tossiche e vietate sono il contorno di cibi low cost, che in crescenti quantità vengono importati dall'estero.
E' quanto emerge dal dossier presentato da Coldiretti "La crisi nel piatto degli italiani nel 2014", elaborato sulla base delle analisi condotte dall'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa).

mercoledì 6 agosto 2014

DALLA PROFONDITA' DELLA TERRA


Acque termali.

Passano attraverso le rocce nel cuore della terra caricandosi di un'elevata concentrazione di oligoelementi e minerali.

Nel corso degli anni, studi e ricerche sempre più approfondite hanno confermato le straordinarie proprietà trattanti delle acque termali. «Pure e naturali, restituiscono equilibrio e benessere alla cute, la rinfrescano e la addolciscono, riparano e rafforzano la barriera protettiva, rigenerano e contrastano l'azione dannosa dei radicali liberi, causa di invecchiamento precoce» precisa il professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano.

Si possono usare prima del trucco, in sostituzione del tonico, dopo per fissarlo e durante la giornata in qualunque momento se ne senta la necessità. Imbevendo una pezzuola con acqua termale e tenendola per qualche minuto sul viso si ottiene una maschera calmante e idratante particolarmente adatta alle pelli più sensibili che spesso hanno bisogno di recuperare il riposo.

martedì 5 agosto 2014

VIAGGIARE CON ANIMALI


La prima cosa è fare in modo che viaggino protetti, dunque, che siano alloggiati nell'apposito trasportino o assicurati con le cinture di sicurezza.
È necessario, poi, che arrivi loro aria e che possano bere. No alla testa fuori dal finestrino, perché i colpi d'aria possono provocare otiti e congiuntiviti.
Quando ci si ferma, far scendere anche gli animali, dare loro acqua ed, eventualmente, cibo.
Non lasciarli mai nell'auto, specialmente se parcheggiata al sole.
Sulla rete autostradale esistono piazzole attrezzate apposta per i cani.

lunedì 4 agosto 2014

MOZZICONI E CEWING GUM


Molte amministrazioni comunali hanno dichiarato guerra alla pessima abitudine di gettare i mozziconi di sigaretta a terra, fissando multe pesanti (in qualche caso anche superiori ai 500 euro) per i trasgressori. Ma evidentemente non basta visto, oltretutto, che di notte solo di rado ci sono vigili per la strada a sanzionare chi continua imperterrito a sporcare le strade. Ciò che servirebbe davvero è che tutti i cittadini da un lato sviluppassero un minimo di senso civico, dall'altro avessero la lucidità di comprendere che, a imbrattare la propria città, si crea un danno prima di tutto a se stessi.

Perché non utilizzare il porta mozziconi tascabile, è un oggetto innovativo, anti odore e antifumo, destinato alla raccolta di mozziconi di sigaretta e chewing gum. Non gettiamo a terra mozziconi e chewing gum, rispettiamo l’ambiente. Usare il porta mozziconi tascabile è semplice: apri il coperchio e inserisci il mozzicone acceso, poi chiudilo. Non scotta e in pochi minuti si spegne.

Chiedilo in tabaccheria, ce ne sono diversi tipi !

domenica 3 agosto 2014

ESODO ESTIVO

Portare con sé acqua e spuntini.

Quando si fanno i bagagli, non dimenticarsi mai di preparare una piccola borsa da viaggio con  alcuni viveri. «È bene avere a portata di mano alcuni generi di conforto, come acqua e piccoli spuntini, facilmente digeribili. Non si può mai sapere se tutto filerà liscio o se, per il caldo, il traffico, un calo di pressione, si avrà bisogno di mangiare qualcosa» avverte il dottor Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania per la Sicurezza stradale. Sicuramente, è importante bere spesso, soprattutto se si viaggia sotto il sole e senza aria condizionata.

 





Quando si fanno i bagagli, non dimenticarsi mai di preparare una piccola borsa da viaggio con  alcuni viveri. «È bene avere a portata di mano alcuni generi di conforto, come acqua e piccoli spuntini, facilmente digeribili. Non si può mai sapere se tutto filerà liscio o se, per il caldo, il traffico, un calo di pressione, si avrà bisogno di mangiare qualcosa» avverte il dottor Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania per la Sicurezza stradale. Sicuramente, è importante bere spesso, soprattutto se si viaggia sotto il sole e senza aria condizionata.


sabato 2 agosto 2014

PANETTONE ESTIVO


Panettone d'estate. Il dolce milanese per eccellenza va in trasferta e, in barba a chi lo considera solo una golosità natalizia, il 4 agosto sarà protagonista della manifestazione "La notte dei maestri del lievito madre" a Salsomaggiore Terme (Pr). A partire dalle 21, in piazza Berzieri, una ventina di pasticcieri provenienti da tutta Italia presenteranno le loro personali interpretazioni del panettone che, anche nella versione più classica, sembra fatto apposta per accompagnarsi a creme e gelati. Dopo Salsomaggiore, il dolce meneghino a Ferragosto sarà in Versilia e poi, il 17 agosto, animerà un aperitivo speciale a Milano Marittima.

venerdì 1 agosto 2014

CAPPELLO DA DONNA ADATTO ALL'ABITO


È difficile dare delle regole precise circa l'accostamento  abito cappello; ma vi sono delle norme basilari alle quali non si può sfuggire senza commettere gravi errori di eleganza.
Tutti gli abiti di tono sportivo e pratico stanno bene accompagnati da cappelli-berretti altrettanto pratici, poco voluminosi, poco vistosi.
D'inverno i più sicuri sono quelli di pelliccia o eco-pelliccia, quelli di lana, di fustagno, di feltro, di tessuto, quelli di pelle lucida o scamosciata.
In primavera e in estate andranno bene, invece, cappelli di paglia grezza o di paglia grossa è lucida.
Agli abiti eleganti da cerimonia, si accompagnano con cappelli di fiori, di organza, di veletta.