lunedì 30 giugno 2014

PROBLEMI GIOVANILI


Quando i vostri figli sono nell'età in cui cominciano ad avere problemi di ordine estetico da risolvere, non canzonateli, sia pure bonariamente, ma aiutateli a risolvere anche questi problemi nel modo migliore.

Se ad esempio sono afflitti da acne, consigliategli di non celare il difetto sotto strati di creme colorate, ma acquistate per loro un buon prodotto antiacne e teneteli a dieta leggera e rinfrescante.

Se sono eccessivamente floridi suggerite loro di fare molto moto, incoraggiateli a praticare uno sport e fate loro seguire una dieta adeguata, che permetta di perdere qualche chilo senza danneggiare la salute.

Si abitueranno così a non barare con se stessi, ma a risolvere le difficoltà affrontandole alla radice. Questo tornerà loro molto utile in tutte le occasioni della vita.

domenica 29 giugno 2014

IL PALLONE BRAZUCA


Il pallone ufficiale dei Mondiali, realizzato da Adidas, ha richiesto tre anni di lavoro e una ricerca che ha coinvolto 600 calciatori e oltre 30 squadre di tutto il mondo. È costituito da sei pannelli perfettamente simmetrici e identici e ne esiste anche una versione con sei telecamere incorporate per donare agli spettatori una visione a 360 gradi delle azioni di gioco. Non sono mancate le polemiche sul nome, perché «Brazuca» era in origine un termine dispregiativo con cui erano indicati i brasiliani emigrati all'estero; con il passare degli anni, però, questa accezione negativa si è affievolita fino a sparire. Al suo nuovo pallone la Adidas ha dedicato perfino un profilo ufficiale su Twitter, che conta al momento circa   2.000.000 di follower.

sabato 28 giugno 2014

FIGURE SOSPESE TRA TERRA E MARE


 
Il titolo della tela è 'Le tre età dell'uomo', la romantica visione di Friedrich . In primo piano vediamo un bambino piccolo, la coppia di genitori adulti e, più vicina all'osservatore, il nonno anziano. Ma non è finita qui, perché la stessa corrispondenza è da ricercare nelle complesso delle navi in mare. Ne vediamo una grande al centro, già salpata, mentre due più piccole hanno appena iniziato il loro viaggio. In fondo alla tela, invece, alcune altre barche, ormai nascoste dalla foschia, che hanno preso il largo molto tempo prima.

venerdì 27 giugno 2014

DONI E RIPARAZIONI

Per chi ama eseguire in casa piccole riparazioni ecco due doni insoliti e utilissimi: un piccolo trapano elettrico con punte intercambiabili di varie dimensioni, adatto per praticare fori nelle pareti, nel legno o nel ferro, e una pialla in miniatura, oggi prodotta in serie e venduta nei negozi di ferramenta.
 

giovedì 26 giugno 2014

QUADRI ANTICHI



I quadri possono assumere l'aspetto antico se le tele vengono spalmate con una composizione a base di resine sintetiche su cui viene eseguito il dipinto, che esposto in seguito al calore della fiamma si screpola e si corrode come se fosse vecchio di secoli.






mercoledì 25 giugno 2014

CAPELLI BIONDI

Se avete ì capelli biondi e volete dar loro nelle occasioni importanti un tocco-super... incipriateli come si usava nel XVIII secolo.
Basterà una passata leggerissima con il piumino e la vostra chioma acquisterà una aerea lievità e una tonalità nuova di colore.


martedì 24 giugno 2014

IN VIAGGIO CON IL CANE

Se dovete portare con voi il vostro cane in treno o in automobile e temete che soffra il mal d'auto, usate la precauzione di tenerlo digiuno prima del viaggio o di somministrargli soltanto una piccola dose di pane e acqua. Se questa precauzione si rivelasse insufficiente, al prossimo viaggio chiedete al veterinario di indicarvi uno dei tanti preparati che vincono le sofferenze di questo tipo.



lunedì 23 giugno 2014

GREEN JOBS

L'Italia, come altri paesi europei, si trova ogni giorno a combattere contro il grave problema della disoccupazione. Secondo gli ultimi dati Istat, di aprile 2014, il numero di ragazzi in cerca di occupazione sono ben 685 mila ed è in continuo aumento. La situazione è la stessa sia per chi è laureato sia per chi non lo è.


Da alcune statistiche sembra che la laurea più ricercata dalle aziende sia Agraria, che trova lavoro a circa il 95% dei suoi laureati. Medicina, Ingegneria e Lingue si trovano al secondo posto: 9 laureati su 10 trovano solitamente una buona occupazione. Seguono Farmacia, Scienze Politiche, Economia e Architettura, in cui circa il 75% dei laureati trova lavoro dopo la laurea. Invece, solo la metà dei laureati in lettere e Filosofia e Scienze della Formazione viene assunto dopo la laurea. All'ultimo posto si trova Giurisprudenza in cui solo 4 studenti su 10 riescono a trovare un'occupazione.


In tutta questa crisi sembra che i GREEN jobs, cioè tutte quelle figure professionali che lavorano presso aziende con stampo ecologico, non ne risentano: dal settore agroalimentare al forestale, a quello delle biotecnologie, a quello economico e al commerciale.


Sono numerose le professioni più ricercate, ad esempio: l'eco-avvocato, ricercato per l'esperienza in materia ambientale; gli organizzatori di eventi che organizzano feste, concerti ed altre iniziative a basso impatto ambientale e che sono in grado di offrire buffet con prodotti a chilometri zero; le guide con conoscenza botanica, geologica e zoologica per viaggiatori in cerca di natura. 


Tra le altre professioni più richieste c'è il progettista verde, che può essere un architetto o un agronomo, che si occupa della gestione di giardini e di aree verdi delle città, oppure il chimico ambientale esperto nello smaltimento dei rifiuti industriali, in grado di selezionare i materiali destinati alla produzione con minor impatto ambientale o ancora il bioingegnere, necessario a quelle aziende che devono decidere di usare nuovi materiali industriali biocompatibili.


L'aumento della ricerca di "figure verdi" dipende essenzialmente dalla consapevolezza da parte delle aziende che la loro reputazione dipende molto dal comportamento etico-ambientale che scelgono di adottare: la diminuzione della produzione di CO2,la riduzione degli sprechi energetici e l'uso di materie riciclate sono ormai passi fondamentali per un'azienda. Da questo deriva la necessità da parte loro di avere nel loro organico figure competenti e preparate per ciò che riguarda l'ambiente e le energie rinnovabili.


Se il nostro Paese seguirà in modo consapevole la scia della Green Economy sarà possibile creare sempre più posti di lavoro GREEN per i giovani del domani.

domenica 22 giugno 2014

MONDIALI DI CALCIO 2014

Da pochi giorni sono iniziati i Mondiali di Calcio e proprio il Brasile vuole essere un pioniere nel campo della compensazione di CO2: stadi certificati, incentivi per il consumo sostenibile, produzione e riciclo di rifiuti. L'idea è stata quella di elaborare un programma sostenibile per le 12 città che ospiteranno le partite di calcio.

Attraverso la realizzazione di progetti di cooperazione internazionale i mondiali saranno a basso impatto di carbonio. Infatti, con i crediti ottenuti dalla cooperazione insieme con una certificazione ad hoc per gli stadi si pensa di riuscire a diminuire l'inquinamento che verrà prodotto. Si stima che le tonnellate di CO2 prodotte nel mese in cui si svolgeranno i mondiali (dal 12 giugno al 13 luglio) saranno pari a 1,4 milioni di tonnellate. Si tratta di 1,3 milioni di tonnellate in meno di quanto in realtà la Fifa pensa sarà il totale delle emissioni prodotte, cioè 2,7 milioni di tonnellate.
 
Se davvero funzionerà, questo progetto, che ha già ottenuto il riconoscimento della Convenzione quadro delle Nazioni Unite per i Cambiamenti Climatici (UNFCCC, United Nations Framework Convention on Climate Change) potrà diventare un modello da seguire per l'organizzazione di grandi eventi.

E non solo, in questo mondiale dieci squadre scenderanno invece in campo con divise ecosostenibili, prodotte grazie all'impiego di innovativi materiali riciclati e riciclabili. Le dieci nazionali che indosseranno magliette e pantaloncini in plastica riciclata sono l'Australia, il Brasile, la Corea del Sud, la Croazia, la Francia, la Grecia, l'Inghilterra, l'Olanda, il Portogallo e gli Stati Uniti. 

L'idea delle magliette "GREEN", anche se personalizzate con stile diverso, è della Nike, che le ha ricavate dalle bottiglie di plastica riciclate, uno dei principali rifiuti che contaminano l'ambiente, uno speciale poliestere. 

Per ogni completo sono state impiegate circa tredici bottiglie di plastica riciclata, risparmiando fino al 30% rispetto ai consumi di energia derivanti dal processo produttivo del poliestere tradizionale, senza sacrificare la vestibilità e le prestazioni del tessuto che risulta al contempo leggero e resistente. I calciatori potranno inoltre contare su una tecnologia assorbi-umidità che allevierà il disagio del sudore in campo.

Ogni iniziativa rivolta alla riduzione dell'impatto dei Mondiali di calcio del Brasile serve per smorzare le preoccupazioni sull'impronta ecologica dell'evento.







Daniela Calabrò
Ufficio Stampa ESO

venerdì 20 giugno 2014

GONNE ARRICCIATE


Le gonne arricciate in vita o a pieghe fanno apparire più grasse anche le figure snelle. Questo inconveniente potrà essere evitato se si lascerà liscia una striscia di almeno cm 15 sul davanti.
Un accenno di arricciatura è consentito anche alle figure un po' forti solo se l'abito è confezionato con stoffa leggerissima.

giovedì 19 giugno 2014

BEVANDE ALTAMENTE NUTRITIVE


Eccovi alcune bevande altamente nutritive, da aggiungere alla dieta delle persone deboli o affaticate, che necessitano di una super-alimentazione:

1) Sciogliere quattro cucchiai di lievito di birra alimentare in polvere (da non confondere con il lievito di birra per panificazione) in mezzo litro di  acqua. Si aggiunge altra acqua fino a raggiungere il litro e si zucchera a piacere. Bere un bicchiere di questo liquido il mattino appena alzati.

2) Porre in un frullatore mezzo litro di latte, quattro cucchiai di lievito di birra, un bicchiere di latte scremato in polvere, quattro cucchiai di melassa. Aggiungere, dopo aver frullato per qualche minuto, ancora mezzo litro di latte. Questa bevanda ha il valore nutritivo di sette bistecche.

3) Sciogliere due cucchiaini di melassa in mezzo bicchiere di acqua caldissima con l'aggiunta di un poco di latte. È questo un alimento ricco di molte delle vitamine del gruppo B e di ferro.

mercoledì 18 giugno 2014

DETTO MILANESE - GANDOLLA


Gandolla. Significa nocciolo e in senso figurato lo si intende come frottola.
Il cascia gandoll è il ballista, mentre gandulla sta a significare sempliciotto e deriva dallo spagnolo gandul ovvero balordo, a sua volta derivato dall'arabo antico ghandua.

martedì 17 giugno 2014

FACILE ANTIPASTO


Ecco un piatto facile, che può sostituire l'antipasto: per 4 persone occorrono gr 100 di groviera grattugiato,  una tazza di besciamella, 4 fette  di pane carré dorate nel burro. Mescolate il formaggio alla besciamella, spalmate il composto sul pane e passate in forno molto caldo fino a che il tutto abbia preso colore.

 

lunedì 16 giugno 2014

GONNA ROVINATA


Se vi accade di rovinare una gonna con  una macchia o uno strappo, potete rimetterla a nuovo inserendovi dei motivi che mascherino la zona rovinata. Usate un tessuto che formi un piacevole contrasto.

 
 

 
 

domenica 15 giugno 2014

BANANE ALLA FIAMMA

A fine pranzo presentate qualche volta le banane alla fiamma; mettete delle banane ben mature in un piatto di porcellana, copritele di zucchero e innaffiatele di rhum o cognac. Date fuoco e servite subito.

sabato 14 giugno 2014

DOVE SI FORMANO E CURANO I FORUNCOLI


Dove si formano

I foruncoli possono comparire in qualunque zona della pelle, però si manifestano con maggior frequenza sulla nuca, sul collo e sul viso.
Quando si sviluppano più foruncoli, gli uni vicino agli altri, si dice che si è formato un « f a v o ». Il favo compare quasi sempre sul dorso o sulla nuca, ed è molto doloroso.
Poiché molto spesso è accompagnato da febbre alta, è sempre necessario l'intervento del medico.
Se il foruncolo compare lungo il bordo della palpebra viene chiamato « orzaiolo ». A volte esso si forma all'interno della palpebra stessa, alterando tutta la fisionomia del volto e impedendo la vista. L'orzaiolo può dare prurito e dolore; se questi si fanno molto forti, sarà prudente ricorrere all'oculista.
Quando l'infezione è più profonda, localizzata cioè nel tessuto connettivo sottocutaneo, si ha un « flemmone ». All'interno sono presenti tumefazione e pus, all'esterno, in corrispondenza della zona dolente, rossore, gonfiore e aumento della temperatura locale.
Il flemmone richiede sempre l'intervento del medico perché se non è curato bene può essere molto pericoloso.

Come si curano

Quando il foruncolo è quasi maturo, è assai difficile resistere alla tentazione di premerlo per anticipare la fuoruscita del pus.
Ciò è molto pericoloso, perché, nonostante si disinfetti accuratamente la parte, si può estendere l'infezione. Perciò niente premura: la << maturazione >> del foruncolo si può affrettare solo con ripetuti impacchi caldi di farina di lino; la parte si disinfetta con alcool, con una miscela di iodio e glicerina in parti uguali, oppure con acqua ossigenata.
Dopo gli impacchi è consigliabile coprire il foruncolo con una pomata all'ittiolo, che favorisce la maturazione.
Se si tratta di un orzaiolo, bastano gli impacchi appena tiepidi di una soluzione di acido borico; l'uso di pomate o di altri disinfettanti deve essere sempre prescritto dall'oculista. Terminati gli impacchi è consigliabile proteggere l'occhio con garza e cotone sterilizzati.

venerdì 13 giugno 2014

POMATA ALL'ARNICA


L’Arnica Montana con i suoi fiori gialli, trasmette un’intensa carica energetica in grado di suscitare gioia e benessere psichico a chi la osserva. L’Arnica e  un valido aiuto per il benessere fisico, in particolar modo per gli arti che sono sottoposti molto spesso a traumi di vario tipo. E infatti in grado di trasferire sulla pelle la sua carica energetica solare dando sollievo al corpo e vitalità alla pelle. Presente sia come estratto secco titolato che come estratto acquoso concentrato, la sua azione si rafforza grazie alla presenza di olio essenziale di Chiodi di Garofano e di Cannella, ottimi per alleviare i fastidi provocati dai traumi.

Pertanto la pomata all’Arnica è coadiuvante nel riassorbimento delle ecchimosi e nelle contusioni.

giovedì 12 giugno 2014

MESSIMPIEGA




Se fate la messimpiega in casa e portate la frangetta, la renderete più mossa e ariosa fissando con due mollette alla base dei capelli, sulla fronte, una striscia di cartoncino alta cm 3, che manterrà la frangia leggermente sollevata durante l'asciugatura.

mercoledì 11 giugno 2014

NEMICI DELLA PENNA

 
 
Ci sono persone che odiano scrivere, e cercano ogni pretesto per evitare di toccar carta e penna, anche quando si
rendono conto che sarebbe necessario farlo. E non si tratta, in genere, di gente ignorante: no, anche a persone colte e intelligenti succede di avere una sorta di allergia per la corrispondenza. Non si sa da che cosa derivi questo difetto: a volte si tratta di pigrizia, a volte di mancanza di abitudine, a volte di esaurimento (chi, per esempio, è costretto a scrivere molte lettere, per mestiere, spesso viene preso da una sorta di patologia avversione per la corrispondenza privata). Naturalmente anche la fobia dello scrivere va superata perché, oltre a essere contraria al galateo, ci priva del piacere di stare in contatto con le persone care che sono lontane.

 

martedì 10 giugno 2014

SAPER SCRIVERE E SAPER PARLARE

 
Non si dice « con dentro » (es.: una scatola con dentro dei nastri ma si dirà « che contiene ».
Non si dice «con dei» «con delle» (es.: un terrazzo con dei fiori), ma si dirà semplicemente « con » seguito dal nome (un
terrazzo con fiori).
Non si usa « con » nelle determinazioni di tempo (es.: con lunedì comincerò il nuovo lavoro), ma si dirà invece « da lunedì », « da domani », « dal 26 marzo » ecc.
Non si usa « con » seguito da espressioni comparative (es.: con più leggo, meno capisco), ma si dirà « quanto più, tanto meno » (es.: quanto più leggo, tanto meno capisco).

lunedì 9 giugno 2014

CUCINA VELOCE

 


Se avete poco tempo a vostra disposizione per preparare il pranzo, ma desiderate fare buona figura, ecco una soluzione rapida per un piatto gustoso e nutriente: comprate dei petti di pollo, passateli nell'uovo e nel pane grattugiato e friggeteli nel burro.
Quando saranno cotti poneteli in una teglia imburrata e copriteli con fette di prosciutto cotto e di fontina. Mettete la teglia nel forno caldo e lasciatevela per una decina di minuti.


domenica 8 giugno 2014

DEPOSITO PELLICCIA

Prima di riporre la pelliccia nell'armadio per il prossimo inverno approfittate di tutte  le giornate piovose per tenerla il più a lungo possibile appesa davanti a una finestra aperta o in un balcone coperto. Sarà per la pelliccia una vera « cura di bellezza » :
l'umidità infatti manterrà il pelo lucido e morbido ed eviterà che la pelle indurisca.
Lo stesso sarà bene fare durante i mesi in cui funziona il riscaldamento, che danneggia le pellicce creando un ambiente caldo-secco.


sabato 7 giugno 2014

SMART CITIES

 
Le smart cities o "città intelligenti" sono centri urbani in cui vi è un elevato livello di qualità della vita, in cui i cittadini sfruttano in modo consapevole tutte le risorse ambientali e tecnologiche.

Realizzare una smart city significa utilizzare le migliori tecnologie e tecniche di analisi e di soluzione alle problematiche nel contesto ambientale,sociale ed economico di una città. Gli ambiti in cui maggiormente si può intervenire sono: 

- risparmio energetico in edilizia, per ottimizzare i costi e il benessere dei cittadini;

- risparmio energetico in città, per migliorare l'illuminazione pubblica, in modo da rendere efficienti le potenzialità delle energie rinnovabili;

- mobilità sostenibile, potenziando il trasporto pubblico, sviluppando la mobilità dolce, realizzando opportuni percorsi pedonali e ciclabili funzionali e fruibili;

- individuazione delle esigenze del cittadino, attraverso efficienti incontri con i cittadini, analisi statistiche e interpretazione di dati che riguardano gli aspetti sociali della vita e le problematiche più comuni che ognuno deve affrontare;

- assistenza alla persona più attenta, puntuale ed efficiente;

-  tecnologia da promuovere ed utilizzare in ogni ambito della gestione della città. Le nuove tecnologie (piattaforme internet, sistemi di pagamento elettronici, gps, digitalizzazione della documentazione cartacea, posta elettronica, veloci servizi di prenotazione da casa…) devono essere diffuse e rese accessibili alla maggior parte della popolazione. Una città tecnologicamente avanzata semplifica la vita;

- capacità di prevedere le problematiche che si possono creare in particolari circostanze economiche o sociali o a seguito dell'applicazione di nuove norme, e conseguente capacità di elaborare soluzioni veloci ed efficaci.

Le città italiane si stanno muovendo per diventare delle smart city. L'Europa sta distribuendo finanziamenti a tutti i paesi che propongono progetti di sostenibilità urbana per avere città sempre più Smart. L'Europa, perciò, incoraggia la nascita delle smart cities che possano fornire soluzioni integrate e sostenibili in grado di offrire energia pulita e a prezzi accessibili per tutti.

Tra le iniziative europee, vi è il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), un'iniziativa autonoma dei Comuni Europei che ha come obiettivo la riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020 del 20%. Si calcola che ad oggi i Comuni che vi hanno aderito sono 4200, di cui la metà risultano italiani.

In Italia però manca ancora un progetto unitario che riesca a coordinare tutte le città. Entro il 2020 è necessario che tutte le città che vogliono diventare Smart dimostrino in ambito europeo di proporre e adottare progetti innovativi per la sostenibilità urbana e ambientale. Tra le città italiane che hanno già realizzato o che stanno realizzando progetti di sostenibilità urbana troviamo Genova, Bari, Milano, Torino, L'Aquila e Bologna.  




venerdì 6 giugno 2014

IMPRESE GREEN

Circa un quarto delle imprese italiane, dall'industria all'edilizia e ai trasporti, è green oriented, cioè orientata verso la sostenibilità. Queste imprese sono state in grado di utilizzare l'innovazione e l'ambiente come strumenti di crescita e di sviluppo, mezzi necessari per combattere la crisi economica.

Proprio per incentivare le imprese GREEN del made in Italy e dare visibilità anche verso i mercati internazionali è nato l'Italian Council for Eco Innovation, l'Osservatorio Innovazione e Tecnologia per la green economy.

Esso è frutto del partenariato tra il Ministero dell'Ambiente e la Fondazione per lo sviluppo sostenibile con il supporto dell'ICE, che, essendo l'Agenzia che si occupa della promozione all'estero e dell'internazionalizzazione delle imprese italiane, ha il compito di coinvolgere il maggior numero di imprese anche all'estero.

L'Osservatorio  è nato proprio per incentivare il potenziale innovativo green delle imprese italiane sui mercati nazionali e internazionali. I principali obiettivi sono: 

- individuare e sostenere le eccellenze italiane per innovazione e ricerca nel campo della green economy, favorendo l'internazionalizzazione delle imprese;

- definire i settori tecnologici più avanzati su cui investire nel breve-medio periodo, in base alle prospettive di mercato e del contesto internazionale;

- identificare partner internazionali per dare visibilità al Sistema Italia sia per attrarre interesse e investimenti in campo internazionale sia per facilitare i contatti a livello nazionale tra il mondo della ricerca e dell'innovazione e il mondo industriale;

- individuare le opportunità di finanziamento disponibili, incluso il venture capital e i fondi di co-finanziamento nazionali e comunitari.

All'interno dell'Osservatorio verranno istituiti uno Steering Committee, costituito da esperti nella green economy, in grado di indicare le linee di indirizzo generale dell'attività e coinvolgere il più alto numero di stakeholder e un Advisory Board che approfondisca lo stato dell'arte in Italia e che proponga misure per facilitare e sviluppare innovazione e ricerca nel settore "cleantech" e investimenti privati dall'altra. 

Tra un anno è prevista la pubblicazione di un "Rapporto Innovazione e Tecnologia della green economy italiana". 




giovedì 5 giugno 2014

QUANDO E COME PRENDERE I TRANQUILLANTI

Ed eccoci al punto più importante. Chiunque può prendere qualche pillola di tranquillante, quando se ne avverte la necessità?
La risposta è si, con riserva. L'impiego dei tranquillanti, in generale, è d i grande sicurezza, nel senso che essi in genere non provocano nessun disturbo, però non bisogna assolutamente abusarne: una o due compresse al giorno possono bastare e sono certamente innocue. Se però tali dosi fossero insufficienti e, comunque, se fosse necessario prendere il tranquillante per più giorni di seguito (oltre una settimana), è necessario rivolgersi al medico e sentire il suo parere in proposito: non si deve mai aumentare la dose giornaliera d  propria iniziativa, né continuare a prendere tranquillanti per più di otto giorni consecutivi.
A questo punto, è necessario aggiungere un'altra considerazione: non bisogna credere che il tranquillante sia il toccasana di ogni male e non bisogna chiedergli più di quanto può dare. Esso non è un medicinale che cura direttamente le malattie. Se si soffre di disturbi di cui non si conosce la causa, è inutile prendere, o continuare a prendere pastiglie. Deve essere sempre e solo il medico che stabilisce se i disturbi sono causati da stati di ansia, di tensione, e quindi richiedono l'uso di tranquillanti, oppure se si tratta di manifestazioni di uno stato vero e proprio di malattia.
 

mercoledì 4 giugno 2014

PREZZI DI APERTURA E CIUSURA


Poiché durante ogni riunione di Borsa i prezzi variano continuamente, in rapporto alla domanda e all'offerta (molta richiesta di un titolo: il prezzo sale; molti vogliono vendere un titolo: il prezzo scende), si parla di prezzo di « apertura » per le quotazioni raggiunte dalle azioni durante i primi minuti di contrattazione, e di <<chiusura >> per le quotazioni raggiunte alla fine delle  contrattazioni.

Chi vuol trattare azioni può chiedere ad esempio alla banca o all'agente di borsa, oggi giorno on line, di vendere subito in apertura, se si prevede una diminuzione dei prezzi, o in chiusura se le quote stanno salendo, allo scopo di realizzare il miglior guadagno possibile; nel dubbio si chiede di trattare « al meglio » cioè quando si ritiene che il momento sia più favorevole.

Generalmente chi possiede azioni si regola fissando con l'esperto
una cifra minima per la vendita e una cifra massima per l'acquisto oppure si regola on line a seconda della movimentazione di borsa.

martedì 3 giugno 2014

PIEDI RINFORZATI


Per rinforzare i piedi, è bene camminare a piedi nudi ogni volta che è possibile. Sono utilissime, ad esempio, le lunghe passeggiate sulla spiaggia: la sabbia esercita un lieve massaggio abrasivo, che elimina a poco a poco le callosità. Anche in casa potete, ogni tanto, camminare a piedi nudi; pochi minuti ogni mattina, in punta di piedi: ecco una semplice ginnastica che migliora la circolazione.

Le scarpe vanno immediatamente cambiate quando sono bagnate di pioggia o umide per la sudorazione: niente è più dannoso alla salute del piede. Alcuni igienisti consigliano di cambiare le calzature almeno due volte nel corso della giornata.

Quando potete permettervelo, imitate l'abitudine americana di appoggiare i piedi sul tavolo: è una posizione disapprovata dal galateo ma benefica e riposante per le nostre estremità.

Come abbiamo visto, nulla di complicato: è sufficiente occuparsi dei piedi come facciamo per le mani e il volto. Solo così potremo camminare con <<le ali ai piedi>>.

lunedì 2 giugno 2014

VIDEO RICETTE


Secondo molti  blogger il futuro del social food sarà YouTube, perché "già adesso ha miliardi di visitatori unici che seguono le video ricette". In effetti basta digitare qualsiasi ricetta vi venga in mente e troverete qualche persona di buona volontà che s'è messa ai fornelli e s'è fatta riprendere con risultati più o meno brillanti, per spiegarvi come si fanno cose semplici come spaghetti al pomodoro o difficilissime come un sartù di riso. Altroché le trasmissioni televisive condotte dai cuochi-star! Su you tube trovate quello che pare a voi, quando volete, scegliendo chi vi convince di più come maestro! E non servono indirizzi forniti da noi di Consumatori... Con una buona ricerca troverete tutto quello che vi serve!

domenica 1 giugno 2014

POLLENZO - SCOPRIRE IL CIBO


Al 30 di giugno l'Università delle scienze gastronomiche di Pollenzo riparte dal nuovo corso dell'Alto Apprendistato per imparare il mestiere dell'Affinatore di formaggio. Mestiere apprezzato e ricercato in Francia, Svizzera, Belgio, Inghilterra e Spagna, ma ancora poco conosciuto in Italia. Il corso prevede, dopo 3 mesi di lezioni in aula, qualche prima esperienza in laboratorio e visite in malga, 6 mesi a stretto contatto con i migliori affinatori italiani e europei.