sabato 31 maggio 2014

BAGAGLI A MANO

 
 
• Air France 55x35x25 cm più un accessorio (borsetta, laptop, macchina fotografica), a patto che il peso totale dei due colli stia nei 12 chili
• Airberlin 55x40x20 cm e limite di peso di 8 kg (10 kg con laptop)
• Air One 55x35x25 cm e limite di peso di 8 kg
• Alitalia 55x35x25 cm e peso massimo di 8 kg. In più borsetta, laptop o porta documenti ammessi come bagagli a mano. Tollerata una eccedenza di circa un chilo.
• Blu-Express 55x40x20cm e peso massimo di 10 kg
• Easyjet 50x40x20 cm senza limite di peso. Accettati anche i colli
56x45x25 ma sui voli affollati il bagaglio potrebbe finire nella stiva
• Iberia 56x45x25 senza limiti di peso indicato
• Lufthansa 55x40x23 cm e peso massimo di 8 kg
• Meridiana 55x40x20 cm e peso massimo di 8 kg. In più borsette, porta documenti, acquisti al duty free e laptop come bagagli a mano.
• Ryanair 55x40x20 cm e limite di peso di 10 kg. Consentito un secondo
bagaglio a mano di piccole dimensioni (35x20x20 cm)
• Transavia 55x35x25cm e peso massimo di 10 kg
• Volotea 55x40x20 cm e limite di peso di 10 kg
• Vueling: 55x40x20cm e 10 kg massimi di peso. In più una borsetta,
valigetta, cappotto o coperta da viaggio, laptop, foto o telecamera
• Wizz Air piccolo bagaglio di dimensioni 42x32x25 cm; grande bagaglio con misure 56x45x25 cm, pagando un supplemento
Fonti: e-dreams.it;bagaglioamano.eu; compagnielowcost.com.
Aggiornamenti e dettagli sui siti delle singole compagnie di volo.



venerdì 30 maggio 2014

CONTORNO PER APERITIVI

Un contorno originale per gli aperitivi: prendete la polpa di 10 gamberetti cotti e pestatela bene nel mortaio insieme a un terzo del peso in burro e a un pizzico di sale. Passate al setaccio il composto, mettetelo in un imbuto di carta (o nell'imbuto apposito per pasticceria) e riempitene delle grosse olive verdi, che avete precedentemente snocciolato.

giovedì 29 maggio 2014

ALITO FRESCO E PROFUMATO

Per avere sempre alito fresco e profumato, un ottimo sistema è quello di masticare ogni mattina un chiodo di garofano. Masticatene un altro dopo i pasti, se avete mangiato cibi dall'odore forte e sgradevole.

ESPANSIONI


Anche se siete intimissimi e affezionatissimi a una persona, evitate le dimostrazioni d'affetto in pubblico: niente parole tenere, moine, carezze: e questo non vale solo una ragazza con il suo ragazzo, ma per una moglie col marito , per un'amica con un'altra amica. Le dimostrazioni d'affetto in pubblico sono di scarso buon gusto, anche se ormai sono all’ordine del giorno.

martedì 27 maggio 2014

MACCHIE D'ACQUA SU LEGNO


Per togliere le macchie d'acqua da un mobile lucidato: scaldate a bagno-maria un po' di paraffina grattugiata e un poco d'olio, finché la paraffina è sciolta; applicate questa miscela sulla parte macchiata e quando è asciutta strofinate con uno straccio di lana.

lunedì 26 maggio 2014

RISALTARE I MOBILI


Mettete in risalto i vostri mobili con gli adatti accostamenti di colore:
• con il mogano: verde, grigio, giallo;
• con la quercia: rosso, marrone, verde e bianco;
• con il legno intarsiato: i toni pastello;
• con il ciliegio e il pero: blu, verde, grigio, bianco, beige e malva;
• con il palissandro: marrone, marrone chiaro (mai i colori vivi);
• con il tek: nero, blu, marrone e grigio.

domenica 25 maggio 2014

MATRIMONIO GREEN

Avete deciso di sposarsi e volete organizzare un matrimonio green e low cost, che rispetti l'ambiente e che permetta di contenere i consumi? Ecco alcuni suggerimenti utili.
1. Abito da sposa: si possono scegliere abiti da sposa ecologici, ma dello stesso prezzo degli abiti tradizionali oppure si possono riutilizzare abiti da sposa di qualcuno della famiglia. Esiste pure la possibilità di comprare un abito da sposa di seconda mano o di noleggiarlo, in modo da risparmiare. 
2. Automobile: si potrebbe pensare di noleggiare un'auto elettrica, anche se a livello di costi non ci sarebbe nessun risparmio, oppure come alternativa originale si potrebbe pensare di raggiungere il luogo del matrimonio in bicicletta.
3. Bouquet e decorazioni floreali: per le decorazioni floreali si potrebbe pensare a delle piante in vaso per non recidere il fiore e per il bouquet utilizzare dei fiori di campo o realizzare dei fiori con materiali di riciclo come la carta pesta.
4. Fedi nuziali: se si desidera davvero salvaguardare l'ambiente, sarebbe il caso di ricorrere all'oro etico, che non deriva da sfruttamento di manodopera e non produce inquinamento ambientale.
5. Ricevimento: si può pensare di organizzare il pranzo di nozze in un agriturismo, preparato con piatti a base di verdure, ortaggi e formaggi e vino proveniente dallo stesso agriturismo. Un pranzo che rispetti la stagionalità dei prodotti e il chilometri zero. Oppure si potrebbe ricorrere ad un catering abbastanza economico che prepari piatti vegetariani o vegani.
6. Bomboniere e partecipazioni: per le partecipazioni si potrebbe pensare di utilizzare il formato elettronico oppure si potrebbe scriverle a mano o al computer scegliendo della carta riciclata ed ecologica. Come bomboniere si potrebbero realizzare oggetti fatti a mano oppure acquistare delle bomboniere per fare donazioni ad associazioni benefiche.
7. Servizio fotografico: si potrebbe chiedere ad amici o conoscenti di fare delle foto e ad aiutarvi nel make up e nell'acconciatura, per contenere i costi. Si avrebbe un ulteriore risparmio se si evitasse di stampare un album cartaceo e si decidesse di stampare solo le foto più belle, creando con le altre un video da mostrare in televisione.
8. Lista nozze e viaggio di nozze: si potrebbero scegliere articoli equosolidali per arredare la casa con pezzi poco costosi e, per quanto riguarda il viaggio di nozze, scegliere tra le varie proposte di viaggi solidali e turismo responsabile.
Le idee per organizzare un matrimonio all'insegna del rispetto dell'ambiente e con costi contenuti possono davvero essere tantissime, serve solo tanta creatività e un po' di tempo per scegliere tra le tante opzioni disponibili.  La regola di base è sempre la stessa: evitare sprechi ed esagerazioni

sabato 24 maggio 2014

TURISMO ECOLOGICO ITALIA

Secondo uno studio della Coldiretti, il fatturato relativo al turismo ecologico in Italia è aumentato, tanto che nel 2013 è arrivato a 12 miliardi di euro. Sono aumentate le presenze sia dei turisti italiani che di quelli stranieri in riserve, parchi, aree verdi, contrariamente a quello che succede per le vacanze di tipo tradizionale.
La stagione prescelta dai viaggiatori GREEN per i loro spostamenti è la primavera perché è simbolo del risveglio della natura e permette di osservarla nel suo pieno vivere.
In Italia esistono 871 parchi e aree protette che ricoprono il 10% del territorio nazionale. Secondo i dati di questo studio  i motivi che maggiormente spingono verso una vacanza nel verde sono principalmente il desiderio di praticare attività fisiche all'aria aperta e la voglia di rilassarsi, ma anche di gustare le specialità locali. Tra gli sport annoverati ci sono: trekking, mountain bike, birdwatching, sci, equitazione, climbing.
L'attrazione verso l'enogastronomia è dovuto al fatto che in Italia abbiamo una grande varietà di percorsi turistici legati all'enogastronomia con più di 20 mila agriturismi e 1200 mercati degli agricoltori di Campagna Amica in cui si possono comprare prodotti tipici. 
L'Italia è la maggiore produttrice di prodotti biologici e ha un'offerta di prodotti tipici con 262 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4698 specialità tradizionali censite dalle regioni, che diventano forti attrattive sia per i turisti italiani che per quelli stranieri che cominciano a scoprire la vacanza GREEN in Italia.
Nel 2013 si è registrato un aumento dell'incidenza dei turisti stranieri che ha raggiunto il 40,2% del totale nelle visite ai parchi, alle oasi e alle riserve Questo aumento ha comportato un incremento del giro d'affari, per il fatto che il turista straniero spende in media 100 euro al giorno contro i 65 euro di un italiano.
Lo studio della Coldiretti mostra come vi sia stato in Italia un aumento degli agriturismi negli ultimi 10 anni (+57%) raggiungendo il numero di 20.474. Il 47% degli agriturismi i trova al nord, il 34% al centro e il 19% nel mezzogiorno. In particolare la Toscana ha il maggior numero di aziende, seguita dal Trentino.
La novità sta nel fatto che l'agriturismo non è più solo un luogo dove mangiare, ma anche un luogo dove svolgere altre attività come l'escursionismo, sport, orto, corsi di cucina, fattorie didattiche per i piccoli e le osservazioni naturalistiche. 

venerdì 23 maggio 2014

ABBRONZATURA DEL VISO

Se la pelle del vostro viso non si abbronza uniformemente, ma si copre di chiazze nonostante l'uso di creme appropriate, evitate l'esposizione diretta ai raggi solari; prendete invece l'abitudine di coprirvi completamente il viso con un cappello, che lascerà filtrare solo la luce indiretta, permettendovi di ottenere una " tintarella " perfetta, senza che la vostra pelle troppo sensibile venga danneggiata.


giovedì 22 maggio 2014

ALLONTANARE LE ZANZARE

Per tenere lontani dai locali zanzare e insetti basterà bruciare alla fiamma di una candela un pezzetto di canfora.


mercoledì 21 maggio 2014

DOLCETTI O FONDANTS


La coppia che riceve spesso e volentieri  a casa propria  sa che non c'è modo migliore e più gradito per accompagnare la tazza di tè o di caffè o il bicchierino di liquore che quello di offrire agli ospiti un vassoio di quei dolcetti o fondants che si trovano nelle pasticcerie. Essi perciò non mancano mai nelle piccole o grandi riunioni e nei ricevimenti: sono squisiti, facili da mangiare (date le loro dimensioni) e anche molto decorativi. Unico neo: il loro prezzo. Infatti, acquistandoli già pronti, risultano decisamente costosi.

Perché non provare a prepararli i n casa?

Naturalmente, non tutti si possono preparare a regola d'arte e in modo da poter gareggiare con quelli più raffinati che si acquistano in pasticceria, ma alcuni di essi, con un po' di attenzione e soprattutto con un po' di pratica, non rivelano affatto la loro origine casalinga: sono tanto belli che si possono presentare anche i n un ricevimento importante.

VARIETÀ DEI DOLCETTI

I dolcetti che si preparano più facilmente In casa sono quelli a base di marzapane, cioè di quella squisita pasta di mandorle e zucchero con la quale si farciscono noci, datteri, prugne. È necessario quindi, prima di tutto, imparare a eseguire bene il marzapane (che non presenta del resto alcuna difficoltà di esecuzione) e a colorarlo in vario modo secondo il frutto che è destinato a farcire.

Altri dolci di bellissimo aspetto sono le frutta caramellate; in questi casi si tratta solamente di far cuocere fino alla giusta consistenza lo zucchero in cui si dovranno immergere le frutta stesse.

Comunque, per tutti i dolcetti e i fondants che si preparano in casa, è bene completarne la presentazione con un tocco «professionale» ; a questo scopo si pone innanzitutto ognuno di essi in un pirottino di carta pieghettata bianca o marrone. I pirottini si trovano facilmente nei supermaercati.

martedì 20 maggio 2014

YOGURT BIANCO E COLITE


Mangiare spesso yogurt bianco fa bene a chi soffre di colite, la fastidiosa malattia infiammatoria dell'intestino.

Lo rivela una ricerca condotta dagli scienziati della Vanderbilt University di Nashville, negli Stati Uniti, e pubblicata sulla rivista di ricerca medica Journal of Clinical Investigation. Gli esperti hanno studiato in laboratorio gli effetti di una sostanza di cui lo yogurt è ricco, la proteina P40, su un gruppo di topolini malati di colite somministrandogliela per una settimana. Hanno così scoperto che questa proteina stimola le cellule della parete dell'intestino a crescere e i processi di riparazione delle medesime e, nello stesso tempo, riduce l'infiammazione che le danneggia. Infatti i topolini dopo avere assunto la proteina stavano rapidamente meglio, fino a guarire dal disturbo intestinale.

Poiché la sostanza è efficace allo stesso modo anche negli esseri umani, i ricercatori raccomandano di consumare spesso lo yogurt, che ne è molto ricco.

lunedì 19 maggio 2014

GRUPPO SCE


È una regoletta che sapevamo da bambini, ma qualcuna l'avrà certo dimenticata, perciò non è mai male ricordarla ancora una volta: il gruppo « SCE » si scrive senza la vocale « I » interposta. Questa appare solo nelle parole SCIENZA. COSCIENZA, USCIERE e nei derivati come COSCIENZIOSO ecc.

domenica 18 maggio 2014

BRUTTE MACCHIE


Le macchie giallastre che si formano sulle stampe antiche o sui vecchi libri si possono attenuare tamponandole con un batuffolo di cotone idrofilo bagnato con candeggina e ben strizzato.

sabato 17 maggio 2014

COME SI LAVANO I TAPPETI


Per lavare i tappeti esistono in commercio degli « shampooing. » speciali che, se vengono adoperati secondo le istruzioni, danno buoni risultati. Se invece preferite fare ricorso ai preparati tradizionali, che possono essere fatti anche in casa, potete scegliere una di queste soluzioni: versare dell'ammoniaca in una bacinella d'acqua (2-3 cucchiai per ogni litro); aggiungere dell'aceto a una bacinella d'acqua (2-3 cucchiai per ogni litro); far bollire per mezz'ora un pugno di radica saponaria in 1 litro d'acqua, togliere la radica e adoperare l'acqua.

Qualunque sia la soluzione da voi scelta, ecco come dovete procedere per il lavaggio del tappeto: battetelo prima dal rovescio per liberarlo completamente dalla polvere (o pulitelo con l'aspirapolvere), stendetelo per terra, bagnate nella soluzione che avete preparato uno straccio pulito e cominciate a strofinare una parte del tappeto, seguendo il verso del pelo.

Subito dopo ripassate sulla medesima superficie! uno straccio pulito e asciutto.

Procedete così fino ad aver lavato tutto il tappeto.
Lasciatelo asciugare all'aperto o in luogo ventilato, poi rimettetelo a posto

venerdì 16 maggio 2014

BOLLO AUTO

In foto ecco la lettera che la regione Lombardia invia per ricordarti di pagare il bollo auto.
Ma non dovevano toglierlo?

giovedì 15 maggio 2014

COME RICONOSCERE UN BUON DENTISTA


1)  Un buon dentista si riconosce dalla prima visita: compila una cartella con i dati sul vostro stato di salute, sia passata sia attuale (anamnesi), usa guanti e mascherina per ispezionare denti e gengive e può ricorrere a una radiografia per la diagnosi. Da ricerche effettuate è emerso che sei dentisti su dieci non fanno pagare la prima visita (gli altri, in media 71 euro). Prenotando la visita, meglio chiarire questo aspetto.

2)  Il dentista discute della diagnosi con il paziente e propone uno o più piani di trattamento, di cui illustra pro e contro e i relativi costi.     Fa un preventivo dettagliato che, se in corso d'opera viene    modificato, deve essere comunicato al paziente. Fa firmare il consenso informato (anche se non c'è un obbligo di legge), in cui il paziente acconsente al trattamento.

3)  Meglio concordare con il dentista come fare il pagamento: non vi affidate a chi vi fa pagare tutto subito. È buona prassi versare all'inizio un acconto del 30%, il 30% a metà e il saldo al termine del lavoro.

4)  In caso di problemi tecnici (ponte fratturato, protesi scheggiata...), il buon dentista è disponibile a risolverli senza spese per il paziente, a meno che non sia giustificato un contributo alle stesse. A tutela del paziente, da agosto entrerà in vigore l'obbligo per il dentista di stipulare una polizza. Chiedete sempre se ce l'ha.

mercoledì 14 maggio 2014

BADANTI FERIE E TREDICESIMA


Come comportarsi per ferie e tredicesima?

Come comportarsi con lo stipendio del collaboratore domestico per quanto riguarda ferie e tredicesima?

• Seguite il contratto collettivo, secondo il quale tutte le colf - anche se lavorano a ore – hanno diritto a 26 giorni di ferie all'anno.

• I collaboratori domestici possono godere delle ferie tra giugno e settembre, con lo stesso stipendio e compatibilmente alle esigenze della persona assistita.

La tredicesima, cioè la mensilità in più da versare entro dicembre, spetta a tutti i lavoratori domestici; per chi lavora a ore, calcolate lo stipendio mensile moltiplicando quello settimanale per le 52 settimane dell'anno e dividendo per 12.

martedì 13 maggio 2014

BAMBINI E VILLEGGIATURA


Quando portate i bambini in villeggiatura, somministrate loro un purgante e, per i primissimi giorni, fate in modo che stiano un po' a riposo e non giochino in maniera sfrenata; il passaggio dalle abitudini cittadine a quelle così diverse delle vacanze dovrà avvenire gradualmente, cosi che il loro organismo non ne sia danneggiato.

lunedì 12 maggio 2014

FERRO DA STIRO A VAPORE


Nel ferro da stiro a vapore non si può mettere acqua comune, perché, essendo troppo ricca di calcare, formerebbe ben presto incrostazioni nel serbatoio interno e ostruirebbe i fori di uscita del vapore: bisogna usare, invece, acqua distillata. Negli anni settanta,  le massaie risparmiavano il costo dell’acqua distillata raccogliendo

l'acqua piovana che è priva di calcare: si filtrava due o tre volte attraverso uno spesso strato di cotone idrofilo e si poneva in fiaschi pulitissimi.

È buona regola per ogni evenienza porre periodicamente nel ferro da stiro a vapore qualche cucchiaio di acqua distillata addizionata a un cucchiaino di prodotto dolcificante che scioglierà gli eventuali depositi calcarei formatisi nonostante tutte le precauzioni: si lasci evaporare l'acqua tenendo il ferro staccato dal tavolo  permettono l'uscita del vapore al di sotto del ferro da stiro.

domenica 11 maggio 2014

FESTA DELLA MAMMA A LEOLANDIA


A soli due passi da Milano, troverete Leolandia, il parco divertimenti per tutta la famiglia.

Scoprirete ben 38 attrazioni e le tante novità che v i aspettano. La prima è rappresentata da show e animazioni: dall'emozionante spettacolo Avventura, ricco di numeri acrobatici, alle animazioni itineranti, fino agli show che hanno per protagonisti pirati, cowboy e indiani. L'altra grande novità è Cowboy Town, l'area dedicata al Far West.

Ma non è finita qui: potrete vivere entusiasmanti avventure a bordo del Galeone, e ancora sfidare i vostri amici a suon di cannonate d'acqua a bordo di Mediterranea... uscirne asciutti sarà impossibile! A Leolandia, inoltre, si divertono anche i più piccini che hanno a disposizione tantissime giostre ed esperienze adatte a loro, dall'intramontabile carosello della Giostra Cavalli al simpatico trenino Oregon Express. E ancora l'area animali con l'acquario, il rettilario e l'allegra fattoria. Infine, Minitalia con la riproduzione dei monumenti più belli del nostro Paese e le statue parlanti di celebri personaggi.

In occasione della festa della mamma ci saranno due bellissime iniziative da vivere con i propri bambini: dalle divertenti sedute fitness con il passeggino alla preparazione di gustose merende grazie ai consigli di un pasticcere esperto.

LEOLANDIA - Autostrada A4 (Milano-Venezia) uscita Capriate San Gervasio (BG) - Via Vittorio Veneto, 52

tel. +39 02 9090169 - www.leolandia

sabato 10 maggio 2014

IL COWORKING

Il coworking è una forma di lavoro "sostenibile", sempre più diffuso in Italia, che prevede la condivisione di un ambiente di lavoro da parte di un gruppo di persone, che svolgono attività diverse, indipendenti l'uno dall'altro. Queste persone svolgono il loro lavoro nello stesso ufficio, utilizzandone i servizi (internet, parcheggi, elettricità..), ma le postazioni di cui dispongono vengono affittate. L'affitto varia a seconda degli accordi: per alcune ore, per alcuni giorni, mesi o addirittura anni.

L'idea di base è quella di lavorare in modo indipendente, ma condividendo dei valori e interagendo l'uno con l'altro scambiandosi idee e consigli. 

Il coworking offre una soluzione all'isolamento che tante persone sperimentano, lavorando da casa, ad esempio come freelance, e allo stesso tempo consente loro di non essere distratti dall'ambiente domestico. E non solo, è ideale anche per chi vuole mantenere contatti con professionalità diverse.

Il coworking può nascere in luoghi pubblici, come in bar o addirittura nelle stanze di una casa, l'importante è che siano spazi abbastanza vasti per poter creare numerose postazioni da affittare. Questo permette alla persona che decide di creare uno spazio di coworking di avere delle entrate economiche da un lato e dall'altro la possibilità di creare nuove relazioni lavorative. 

Il coworking diventa in questo modo una forma di lavoro sostenibile perché è vicino alle esigenze odierne di risparmio, cooperazione e flessibilità.

venerdì 9 maggio 2014

11 MAGGIO CYCLOPRIDE DAY


L'11 maggio il Cyclopride 2014 torna a Milano, l'appuntamento con la pedalata più grande d'Italia aperta a tutti a sostegno di una mobilità dolce e sostenibile.

La pedalata, non competitiva di 16 km, ha come obiettivo la promozione dell'uso della bicicletta come mezzo di locomozione ecosostenibile e sarà in contemporanea nella città di Palermo. 

La partenza è fissata in Piazza Castello alle ore 11: qui verrà allestito il Village, operativo fin dalle 9.

Il percorso parte dal Castello e corre lungo la circonvallazione interna: si passa per Conciliazione, la Darsena e si taglia fino a Porta Romana, per proseguire lungo viale Bianca Maria fino a Porta Venezia. Da qui, costeggiando il parco si passa per Repubblica e si arriva fino al Cimitero Monumentale: l'ultimo tratto porta da Piazza Firenze fino a Piazza castello passando per corso Sempione. 

 

giovedì 8 maggio 2014

FREEGAN


Se il principio base è non comperare, o comperare il meno possibile, per non alimentare un sistema di sfruttamento generalizzato di uomini e risorse naturali, la prima conseguenza è che ci si alimenta con cibo gratuito, cioè quello che, seppure ancora buono, viene gettato dalla ristorazione e dalla grande distribuzione perché appena scaduto, o prossimo alla scadenza o, ancora, esteticamente imperfetto. In questo modo, si limitano la partecipazione all'economia convenzionale e il consumo di risorse del pianeta.

Questo, almeno, quanto accade Oltreoceano, dove la legislazione lo permette. In Italia, invece, questo aspetto così peculiare del freeganesimo non può essere seguito dai singoli individui, perché la legge prevede rigidi protocolli di sicurezza per la distribuzione degli alimenti e permette alle sole associazioni di recuperare cibo di scarto per ridistribuirlo.

mercoledì 7 maggio 2014

RANE FRITTE

RANE FRITTE

Ingredienti e dosi (per quattro persone):

40 rane (le trovate surgelate al supermercato)  - 2 bicchieri circa di vino bianco secco - 3 chiodi di garofano - 1 foglia di alloro - 1 cipolla piccola - gambi di prezzemolo - timo - profumo di noce moscata -  farina bianca - olio - pepe - sale.

Preparazione - Lavate bene le rane, asciugatele e disponetele in una terrina che le contenga largamente. Unite i chiodi di garofano pestati e tutti gli altri ingredienti della marinata (alloro, cipolla, prezzemolo, timo, noce moscata, un pizzico di sale e uno di pepe). Versatevi anche il vino, che dovrebbe appena ricoprire le rane. Date una mescolata e coperchiate la terrina. Lasciate le rane nel loro bagno per circa tre ore. Trascorso questo tempo, scolatele, asciugatele in un canovaccio e passatele nella farina.

Posatele poi su un setaccio, in modo da scuotere via la farina in eccesso. Fate colorire bene le rane da entrambe le parti nell'olio bollente. Toglietele dalla frittura con la mestola di ferro e posatele su una carta assorbente, per eliminare l'unto in eccesso. Spolverizzatele con sale fino.

martedì 6 maggio 2014

LETTO NELL'ARMADIO


Il letto nell'armadio -  Un mobile che, per la sua forma le sue dimensioni, si presta a contenere un letto nascosto è l'armadio. Le soluzioni di questo tipo sono varie. Molte sono offerte dai mobili di serie ci si trovano già pronti in commercio (spesso di tipo componibile) e sono adatti a chi non ha particolari problemi di spazio. Ma poiché, nella maggior parte dei casi, questi problemi esistono, diventa spesso necessario studiare col mobiliere scelto una soluzione « su misura ». Comunque il letto, quando non viene usato risulta del tutto invisibile e l'armadio, esternamente, non differisce dai modelli normali, al massimo ha le ante un po' più grosse dal momento che esse devono avere la larghezza del letto . Quando invece, il letto deve essere usato viene ribaltato in avanti con una semplice manovra.

lunedì 5 maggio 2014

GUERRILLA GARDENING


Si chiamano "guerrilla gardening" e sono ecologisti urbani che trasformano aree abbandonate in zone verdi, pulendole dai rifiuti e piantando nuova vegetazione, e assolvendo a un ruolo che spetterebbe alle pubbliche amministrazioni, spesso latitanti su questo fronte.

In diverse città stanno così nascendo giardini autogestiti che, potenzialmente, potrebbero rifornire negozi attraverso ciò che producono. D'altra parte, la stessa filosofia è stata adottata da alcuni Comuni, come Milano, Bologna, Ostuni, che hanno promosso la realizzazione di "orti di città", con la consegna di aree dismesse ai cittadini affinché vengano coltivate.

Non solo autoproduzione a impatto zero, ma anche riqualificazione delle aree urbane.

In un panorama caratterizzato da mattoni, asfalto e cemento, un'area verde modifica l'architettura urbana, mettendo a disposizione di tutti zone che possono essere utilizzate per aggregazioni, cerimonie collettive e sviluppo di relazioni interpersonali.

domenica 4 maggio 2014

REGOLE MODA UOMO


Anche per gli uomini la moda ha delle regole che non possono essere ignorate: ad esempio con i l tight si porta abitualmente la cravatta lunga e grigia, con lo smoking il fiocchetto nero e con il frac il fiocchetto bianco. Se poi uno sposo indossa un abito grigio scurissimo a un petto, con gilè (indispensabile per cerimonia), porterà una cravatta nera a piccoli disegni bianchi.

sabato 3 maggio 2014

GITE


Durante le vostre gite in campagna o in montagna raccogliete fiori, foglie, rami e bacche. Vi serviranno per comporre delle belle decorazioni. Per ottenerne di originali e durature andate alla ricerca di spighe d'orzo, d'avena, di segala; di rami di faggio, di agrifoglio, di eucalipto o di cardo selvatico. Non trascurate le pannocchiette di granoturco o di erbe palustri, i rami di castagno con i ricci ancora attaccati e i rami di arbusti vari con le loro bacche.

Prima di disporli nei vasi occorre farli ben disseccare, lasciandoli parecchi giorni, legati strettamente a mazzi, appesi capovolti a venti centimetri dal soffitto, in un ambiente molto aerato e senza umidità.

Potrete anche raccogliere genziane, margherite, piccoli fiori di cardo ecc., che disseccherete mettendoli immediatamente tra due carte assorbenti e sotto un peso. Fiori, foglie e bacche disseccati vi potranno inoltre servire per decorare i cartoncini d'auguri.
Naturalmente prima di applicarli sul cartoncino dovrete ritoccarli con colori all'acquerello oppure con inchiostro di china, perché l i ritroverete notevolmente sbiaditi

venerdì 2 maggio 2014

SALVAGUARDIAMO IL CUORE

Per salvaguardare il cuore evitate in modo assoluto di bere caffè e aperitivi e comunque bevande alcoliche a stomaco vuoto. Se proprio non ne potete fare a meno, almeno mangiate subito qualcosa, una brioche, un dolce, un panino. In questo modo attenuerete i dannosi effetti del caffè e dell'alcool

giovedì 1 maggio 2014

DOPOBARBA


In primavera è molto meglio usare una lozione dopobarba di basso contenuto alcolico. L'alcool infatti rende arida la pelle e favorisce le screpolature dovute all'aria pungente e al vento. Le lozioni molto alcoliche sono invece adatte per l'estate.