mercoledì 30 aprile 2014

LABBRA SECCHE


Per curare efficacemente le labbra secche sostituite il solito burro di cacao con un leggero strato di crema idratante (andrà bene quella che usate per il viso). Dopo qualche minuto tamponate con carta velina e passate il rossetto.

martedì 29 aprile 2014

DIETA


Ottima regola pasteggiare bevendo, invece di acqua o vino, latte magro: non ingrassa, si digerisce bene e giova alla pelle.

Per facilitare la digestione lenta, meglio del caffè giova una tazza d'acqua calda in cui si sia fatta bollire la scorza di un limone.

lunedì 28 aprile 2014

GUARDAROBA


Per impedire che i vestiti scivolino sugli attaccapanni di legno, sulle due estremità avvolgete dell'elastico grosso, fissandolo bene con un pezzetto di nastro adesivo.

domenica 27 aprile 2014

ORO E FUNGHI

I funghi catturano l'oro dei nostri cellulari
Grazie ad una ricerca condotta da un gruppo di scienziati del VTT Technical Research Centre of Finland sarà possibile estrarre l'oro contenuto nei nostri cellulari grazie all'aiuto di semplici funghi. Per chi non lo sapesse all'interno dei cellulari, oltre all'argento e al rame si trova questo prezioso materiale, anche se in piccole quantità.

Esistono vari metodi per recuperare materiali preziosi, ma nessuno aveva mai pensato di utilizzare dei funghi che, grazie alla loro capacità de compositiva, riescono a catturare l'oro filtrando le impurità. Il meccanismo ideato dal gruppo finlandese consiste in un filtro biologico costituito da uno strato di micelio capace di recuperare fino all'80% dell'oro che si trova nei rifiuti elettronici. In questo modo, grazie alle proprietà dei funghi si riescono a ridurre al minimo i prodotti chimici nocivi che sono però necessari all'estrazione.

In cosa consiste praticamente l'esperimento? I cellulari da cui si vuole estrarre l'oro vengono innanzitutto schiacciati e separati magneticamente, poi trattati nuovamente in modo da separare, tramite galleggiamento e flottazione, le diverse componenti. 

La flottazione è un trattamento che si effettua su minerali o miscele di sostanze solide con lo scopo di arricchirli in un componente o di separarne un costituente. La miscela di sostanze solide (come nel nostro caso), macinata in precedenza per renderla omogenea, viene posta in sospensione in un liquido al cui interno viene provocata la formazione di bolle per agitazione o insufflazione di aria. 

A causa di fenomeni di tensione superficiale, provocati aggiungendo opportune sostanze, dette collettori, alcuni componenti aderiscono alle bolle di gas e trascinate sulla superficie dove si separano come schiuma, altri restano sul fondo e quindi scaricati. Proprio sulla schiuma portata in superficie intervengono i funghi che agiscono come bioassorbenti destinati specificatamente all'oro.

Quello tramite i funghi è un processo abbastanza complicato ma molto efficiente. Il materiale che viene generalmente recuperato dai RAEE è di gran valore. Se per estrarlo si riuscisse ad utilizzare processi biologici e naturali come quello dei funghi si ridurrebbero i danni causati sull'ambiente dai prodotti chimici necessari per l'estrazione. 

sabato 26 aprile 2014

SACCHETTI DI PLASTICA

Divieti dell'UE ai sacchetti di plastica, l'Italia un esempio da seguire
E' stata approvata a Strasburgo dal Parlamento europeo una nuova direttiva sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio per ridurre il consumo di borse di plastica in materiale leggero. Entro il 2019 l'Unione Europea dovrà tagliare dell'80% l'uso dei sacchetti della spesa di plastica leggera, che sono i più diffusi e i più inquinanti.

Nel 2010 sono stati utilizzati e consumati in Europa circa 10 milioni di shopper non biodegradabili e circa il 90% non è stato riutilizzato ed è rimasto tra i rifiuti, causando gravi danni all'ecosistema.

L'Italia rappresenta in questo un esempio da seguire: in soli tre anni dall'entrata in vigore della legge di divieto degli shopper non compostabili il nostro Paese ha dimezzato il consumo di sacchetti di plastica. Prima del divieto l'Italia era tra i paesi europei che utilizzavano maggiormente i sacchetti usa e getta.

Ora toccherà all'Europa eliminare gli shopper non biodegradabili. Gli Stati membri dovranno dimezzare il consumo entro il 2017 e ridurlo dell'80% dopo due anni. Entro il 2019 i sacchetti di plastica usati per avvolgere gli alimenti dovranno essere sostituiti da sacchetti biodegradabili e compostabili.

Nel caso venisse applicata la tassa,essa  dovrà essere elevata tanto da raggiungere i risultati di riduzione che sono stati stabiliti. Per evitare distorsioni della direttiva è stato stabilito che i sacchetti riutilizzabili non possono costare meno di quelli usa e getta. Attraverso un differenziale di prezzo, viene riconosciuto l'apporto dei sacchi biodegradabili e compostabili nell'incrementare la qualità e quantità del rifiuto organico raccolto in modo differenziato.

L'approvazione definitiva della direttiva dovrebbe avvenire nei prossimi mesi, nel corso della presidenza europea dell'Italia.

venerdì 25 aprile 2014

CALCIO MINERALE PER DIMAGRIRE


In Italia le persone sovrappeso sono 17,6 milioni. Che fare? Più sport, meno snack e tanti minerali, come il calcio: è fondamentale per il nostro metabolismo. Secondo l'American Journal of Clinical Nutrition, 1000 mg di calcio al giorno possono portare a una riduzione di peso di 76 g.
Quindi, a tavola, largo a yogurt e formaggi che sono ricchi di questo
minerale, ma anche a vegetali come rucola, tarassaco, rosmarino, prezzemolo e basilico.

giovedì 24 aprile 2014

CEROTTI CONTRO IL FUMO IN GRAVIDANZA


Se aspettiamo un bebé e non riusciamo a smettere di fumare, puntare sui cerotti alla nicotina potrebbe non essere la scelta giusta: per il British Medicai Journal non offrono grandi benefici. Durante un esperimento condotto in Francia su due gruppi di future mamme fumatrici, questi rimedi hanno "funzionato" solo per il 5,5% delle volontarie, e per poco più del 5,1% di quante hanno usato un placebo.

mercoledì 23 aprile 2014

730- RIMBORSI ANCHE A CHI E' SENZA LAVORO


• Avete perso il lavoro e al momento della dichiarazione dei redditi siete disoccupati?

Potete utilizzare il modello 730 anche senza "sostituto di imposta" (datore di lavoro), una importante novità visto che fino allo scorso anno si si era costretti e presentare il più complicato modello Unico e aspettare fino a 24 mesi per un eventuale rimborso delle tasse pagate in più.

• Come funziona. Chi ha percepito redditi da lavoro dipendente (o assimilato) nel 2013 ma non ha più un datore di lavoro che possa fare il conguaglio in busta paga, presenta il 730 a un Caf (o professionista abilitato). Basta barrare la casella "dipendenti senza sostituto di imposta". Se risulta "a debito" con il Fisco dovrà pagare entro il 16 giugno utilizzando il modello F24.

• Se si è a credito. Si può fornire il codice Iban (coordinate bancarie) tramite il sito www.agenziaentrate.gov.it (o agli sportelli dell'Agenzia) e ricevere direttamente il rimborso sul proprio conto corrente.

Altrimenti il rimborso è erogato con metodi diversi a seconda della somma da riscuotere: per importi inferiori a 1.000 euro, comprensivi di interessi, il contribuente riceve un invito a presentarsi in un qualsiasi ufficio postale dove potrà riscuotere il rimborso in contanti, mentre per importi pari o superiori a 1.000 euro il rimborso viene eseguito con l'emissione di un vaglia della Banca d'Italia.

martedì 22 aprile 2014

PRESSIONE SOTTO CONTROLLO


Il binomio salute e tecnologia è alla base di un innovativo servizio, tutto italiano, che consente di tenere sotto controllo la pressione.

Gli ipertesi nel nostro Paese sono oltre 15 milioni, un numero notevole di italiani che dovrebbero prendere provvedimenti, perché sono più predisposti a disturbi cardiocircolatori, ma non si controllano con la dovuta frequenza.

Quasi il 75 per cento delle persone che soffrono di pressione alta non ha consapevolezza dei rischi che corre, dall'infarto all'ictus all'aneurisma.

Per questo è nato AmicoMed (www.amicomed.com), piattaforma

di telemedicina che punta a superare questa rischiosa zona grigia.

Il servizio è basato su un sofisticato algoritmo che permette al paziente di misurare la pressione e conoscere in tempo reale i potenziali pericoli legati al superamento dei valori normali.

Attraverso una «app», abbinata a un costante monitoraggio, è infatti

possibile sapere se è il caso di recarsi dal medico per una visita o se serve un controllo al pronto soccorso.

È attivo 24 ore su 24 il presidio medico che permette ai pazienti di avere una consulenza in caso di bisogno. Per usufruire del servizio AmicoMed si deve sottoscrivere un abbonamento mensile di 19,95 euro per una durata minima di 3 mesi.

TRUCCHI PER TORTE

Canditi e uvetta tendono a scivolare sul fondo del plum-cake: per evitare questo inconveniente, infarinateli e non lavorate più la pasta dopo che li avete aggiunti al composto. 

lunedì 21 aprile 2014

FACILE DIGESTIONE

Per facilitare la digestione, dopo ogni paso prendete un bicchierino d'acqua che sia stata precedentemente versata su foglie di rosmarino o su semi di carote. 

sabato 19 aprile 2014

POSTO D'ONORE IN AUTO


Il posto d’onore in auto se è un autista che guida (e se la guida è a sinistra), il posto migliore è quello in fondo a destra.

Supponiamo che su una macchina guidata dall'autista salgano il proprietario e un ospite: l'autista sarà lasciato davanti solo, il proprietario siederà dietro a sinistra, l'ospite a destra. Se gli ospiti sono due e sono ambedue di riguardo sarà il proprietario a stare davanti, di fianco all'autista: solo se uno degli ospiti è una persona di grado inferiore al proprietario, ad esempio un segretario, toccherà a questo stare davanti.
Se al volante c'è il proprietario della macchina, il posto « di riguardo
» è davanti, accanto a lui ; in pratica tuttavia si preferisce far scegliere alla persona stessa il posto che le è più gradito e più comodo.
In una macchina sportiva scoperta, il posto d'onore è sempre davanti, vicino a chi guida, anche se è un autista: i posti anteriori sono infatti molto più spaziosi e meglio riparati dall'aria che non quelli posteriori.

venerdì 18 aprile 2014

LUNGHI VIAGGI

Se dovete fare un lungo viaggio in macchina, vi stancherete meno tenendo dietro la schiena, all'altezza dei fianchi, un cuscinetto cilindrico. Va bene anche per il guidatore.

giovedì 17 aprile 2014

VETRINISTA


Le vetrine  sono sempre esistite, ma un tempo la loro funzione era molto limitata, la gente infatti comprava un prodotto non perché era esposto in vetrina, ma perché ne aveva bisogno e basta. Oggi invece si comperano i prodotti soltanto dopo che la pubblicità li ha lanciati e dopo che le vetrine hanno completato, con il loro richiamo,

l'opera di persuasione. Abbiamo sempre bisogno di comprare merci e prodotti, ma desideriamo essere invogliali all'acquisto da una bella presentazione del prodotto. Così sono nate le vetrine moderne. Belle ed estrose, complicate e sofisticate, semplici ed eleganti, hanno creato, a loro volta una nuova categoria di lavoratori : i vetrinisti.

COME SI DIVENTA VETRINISTI

Nelle principali città italiane esistono numerose scuole per vetrinisti, dove le giovani e i giovani che desiderano dedicarsi a questa nuova professione possono seguire dei corsi adatti. I corsi sono di solito  biennali e si tengono nelle ore diurne o serali. Le materie di studio sono:
— disegno
— tecnica e pratica della vetrina
— composizione vetrinistica
— tecnica pubblicitaria
— cultura commerciale
— calligrafia
— modellistica
— tecnica dei colori.

UNA PROFESSIONE ADATTA ALLE DONNE

Si tratta di una professione adatta alle donne, perché si basa proprio sull'istintivo intuito femminile per tutto ciò che è accostamento e armonia di composizione.

La vetrinista infatti crea, dal nulla o quasi, un mondo in cui trovano posto oggetti inanimati, che, per così dire, acquistano vita dalle sue mani.

mercoledì 16 aprile 2014

IL MENÙ SECONDO LA DIETETICA


Gli alimenti possono essere divisi in sei gruppi fondamentali.

In ciascuno di essi sono compresi cibi equivalenti fra loro per valore nutritivo e contenenti principi alimentari necessari al nostro organismo.
I sei gruppi di alimenti sono costituiti da:

1° gruppo: latte e derivati (latte di mucca fresco, condensato o in polvere, latte di capra, yoghurt, burro, formaggi).

2° gruppo: carne (di bue, manzo, vitello, cavallo, pecora, agnello, castrato, maiale, pollo, coniglio, selvaggina, insaccati); pesce (fresco e conservato); uova (di gallina, tacchino, anatra).

3° gruppo: derivati dei cereali (pane bianco e integrale, grissini, gallette, pasta alimentare, farine e semolino di frumento, riso, farina e fiocchi di mais, farina e fiocchi di avena).

4° gruppo: grassi (burro, olio, lardo, pancetta, strutto, margarina).

5° gruppo: ortaggi verdi (spinaci, verze, carciofi...) e gialli (carote, peperoni gialli, zucche...) e frutta varia.

6° gruppo: agrumi, pomodori e insalate verdi.

Occorre aggiungere che alcuni studiosi hanno formato un settimo gruppo che comprende: vino, birra, miele, zucchero, cacao.Questa classificazione è molto utile, in quanto le permette di adottare una alimentazione completa, pur offrendo ogni giorno un menù variato (la parola dieta non deve essere sinonimo di monotonia). Infatti è molto importante che nei pasti giornalieri tutti i sei gruppi alimentari siano sempre rappresentati da un loro componente.

martedì 15 aprile 2014

CARDO MARIANO (Silybum marianutrì)


Pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

A scopo curativo si usano soprattutto i semi, particolarmente ricchi di silibina. Pianta utilizzata per curare malattie del fegato e della colecisti, di sturbi dell'apparato gastrointestinale e persino delle emorroidi. Oggigiorno gli è riconosciuta un'efficacia epatoprotettiva, antiossidante e antinfiammatoria.

Da non trascurare l'azione antifibrotica del Cardo mariano, preziosa nella prevenzione della cirrosi epatica e, non da ultimo, un'attività limitatrice della formazione del colesterolo.

Recenti studi hanno messo in luce la capacità della silibina di migliorare la funzionalità del pancreas e di inibire le concentrazioni di istamina.

lunedì 14 aprile 2014

PENSIERO SPIRITUALE

La tristezza, ci dicono i santi, può essere di segno positivo o negativo. E' buona se induce alla bontà; è cattiva se genera angoscia, inerzia, ira, gelosia, invidia, sofferenza.

domenica 13 aprile 2014

PASQUA SOSTENIBILE

Pasqua si sta avvicinando e, come sempre, i bambini aspettano le tanto desiderate uova di cioccolato, piene di sorprese. E' una festa che sa di primavera, un momento di rinascita della natura e quindi un'occasione in più per festeggiarla all'insegna del rispetto ambientale e dell'ecologia.

Un primo passo per trasformare la nostra Pasqua in una festa GREEN potrebbe essere quello dell'acquisto di uova di cioccolata confezionate con materiali riciclabili e riutilizzabili, le cosiddette "uova solidali". E non solo, si potrebbe pensare all'acquisto di uova di cioccolata ecologiche prodotte con ingredienti di origine biologica e confezionate con materiali riciclabili al 100% che, al giorno d'oggi, è sempre più facile trovare sul mercato. 

Se non fosse possibile acquistare questo tipo di "uova ecologiche" si può pensare al modo per riutilizzare le carte argentate che avvolgono la maggior parte delle uova di Pasqua. Infatti, purtroppo, si tratta di carte non riciclabili, perché costituite da fogli di alluminio accoppiati a film in propilene che ne rende impossibile il riciclo.

Come utilizzarle? Si potrebbero riutilizzare ad esempio per incartare pacchetti regalo oppure essere trasformate in accessori per i giochi dei bambini (corone, cappelli, bacchette magiche..), o addirittura farne dei festoni per le feste.

Per rendere la Pasqua ancora più GREEN possiamo poi seguire alcuni semplici e divertenti consigli. Si possono creare decorazioni fai da te per arricchire la tavola utilizzando materiali naturali come uova, legnetti..., scegliere un menù vegetariano e amico della natura e se si opta per una gita fuori porta, all'aria aperta, bisogna sempre ricordarsi di riportare indietro tutti i rifiuti accumulati e separarli correttamente al rientro a casa.

Buona Pasqua a tutti, meglio se GREEN!

sabato 12 aprile 2014

LET'S CLEAN UP EUROPE

L'Italia aderirà alla campagna Let's Clean Up Europe (www.ewwr.eu/lets-clean-up-europe) lanciata dalla Commissione Europea e al primo ECUD (European Clean Up Day), che ha l'obiettivo di combattere il littering (termine che contraddistingue la cattiva abitudine di gettare o abbandonare rifiuti in giro) e l'abbandono dei rifiuti, grazie al coordinamento del Ministero dell'Ambiente. L'iniziativa, alla sua prima edizione, ha l'adesione di 28 stati, con l'inclusione di alcuni paesi extra europei.

La campagna si basa su una call to action, cioè un invito aperto a tutti i cittadini per realizzare iniziative di raccolta e pulizia su tutto il territorio nazionale, tra il 10  e il 17 maggio. 
La prima azione consiste nell'organizzazione del primo European Clean Up Day, cioè la giornata di recupero dei rifiuti abbandonati, che si terrà il 10 maggio in tutta Europa. 

Per aderire è sufficiente andare sul sito del Ministero dell'Ambiente e dei partner del progetto e scaricare il modulo di partecipazione all'ECUD e inviarlo compilato alla email serr@assaica.org. Possono aderire istituzioni locali, associazioni di volontariato, scuole, gruppi di cittadini, imprese e ogni altra tipologia di enti. Per partecipare è necessario inviare entro il 18 aprile la scheda compilata.

Ai gruppi aderenti sarà richiesto di monitorare ove possibile la quantità di rifiuti raccolti suddivisi per tipologia e di comunicarla sulla scheda di monitoraggio in modo tale da avere dati finali confrontabili tra i vari Stati aderenti. Gli organizzatori invieranno a tutti i gruppi aderenti una bandiera con il logo della manifestazione e chiederanno ai partecipanti di inviare immagini o video dei volontari in azione, con la bandiera.

L'iniziativa, così come le altre azioni legate alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, sono realizzate grazie al contributo del programma Life+ (Financial Instrument for the Environment) e al supporto del CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) e dei consorzi di che garantiscono su tutto il territorio nazionale il recupero e l'avvio al riciclo dei rifiuti da imballaggio.

venerdì 11 aprile 2014

Dlgs 14 marzo 2014, n. 49 - OBBLIGHI E ADEMPIMENTI PER I DISTRIBUTORI


Tante sono le novità per quanto riguarda la gestione delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE), dalla produzione, all'immissione sul mercato (distribuzione e vendita), fino al momento di fine vita, con la gestione dei rifiuti che derivano da queste (RAEE). 

Per quanto riguarda i RAEE, il Dlgs 14 marzo 2014, n. 49 recepisce la direttiva 2012/19/Ue sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Gli adempimenti imposti dalla nuova disciplina sono diversi sia per cadenza temporale sia per soggetti interessati.

Di seguito sono elencati gli obblighi e gli adempimenti per i soli DISTRIBUTORI, cioè la "persona fisica o giuridica iscritta al Registro delle imprese che rende disponibile sul mercato un'AEE. Il distributore può essere anche 'produttore'. Il 'distributore al dettaglio' è quello che rende disponibile l'AEE direttamente all'utilizzatore finale." (articolo 4, Dlgs 49/2014) 

I distributori hanno l'obbligo di rendere visibile l'eco-contributo (contributo ambientale pagato in anticipo interamente dedicato alla gestione dei Rifiuti derivanti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) nell'indicazione del prezzo del prodotto all'utilizzatore finale. 

Deposito dei RAEE

I distributori devono assicurare al momento della fornitura di una nuova Apparecchiatura Elettrica ed Elettronica da nuclei domestici (AEE domestici), il ritiro gratuito "uno contro uno" dell'usato equivalente. 

I RAEE raccolti possono essere stoccati presso i locali del proprio punto vendita e presso altri luoghi comunicati al Ministero dell'Ambiente all'atto dell'iscrizione all'Albo Gestori Ambientali. 

Il deposito deve essere effettuato in luogo idoneo, non accessibile a terzi, pavimentato, e in cui i RAEE sono protetti dalle acque meteoriche e dall'azione del vento mediante idonee coperture.

I rifiuti pericolosi vanno tenuti separati nel rispetto del divieto di miscelazione ai sensi dell'articolo 187, comma 1, Dlgs 152/2006. Occorre garantire l'integrità delle apparecchiature adottando tutte le precauzioni atte ad evitare il deterioramento o la fuoriuscita di sostanze pericolose.

I distributori con superficie di vendita di AEE al dettaglio di almeno 400 metri quadrati sono obbligati ad effettuare la raccolta gratuita dei RAEE di piccolissime dimensioni (non superiori a 25 cm) senza che il consumatore sia obbligato all'acquisto di AEE di tipo equivalente (cosiddetto ritiro "uno contro zero"), mentre risulta facoltativo per i distributori con superficie di vendita inferiore a 400 metri quadrati.

I distributori che vendono on line, per potere adempiere all'obbligo del ritiro gratuito ("uno contro uno") devono indicare i luoghi di raggruppamento presso i quali il consumatore può conferire gratuitamente i RAEE di tipo equivalente a quello acquistato, senza gravarlo di maggiori oneri, nonché le modalità di ritiro presso lo stesso luogo di consegna, gratuitamente. 

Raccolta dei RAEE 

I distributori di AEE devono avviare ai centri di raccolta i RAEE domestici che hanno ritirato secondo una delle due modalità:

- quando il quantitativo depositato raggiunge complessivamente i 3.500 kg;

- ogni 3 mesi.

In ogni caso, anche se il quantitativo non raggiunge i 3.500 kg, la durata del deposito non può superare un anno. 

Se i RAEE sono ritirati, per il trasporto ai centri di raccolta o agli impianti di trattamento, da parte di trasportatori iscritti all'Albo dei gestori ambientali, il quantitativo è elevato a 3.500 kg per i singoli raggruppamenti di materiali: 1 (freddo e clima), 2 (altri grandi elettrodomestici bianchi) e 3 (tv e monitor), come definiti dal Dm 185/2007. Per quanto riguarda i gruppi 4 (information technology, consumer electronics e apparecchi di illuminazione) e 5 (sorgenti luminose) i 3.500 kg si riferiscono all'insieme di questi due raggruppamenti.

Ritiro dei RAEE

I distributori trasportano i RAEE domestici che hanno raccolto, dai luoghi di raggruppamento ai centri di raccolta o agli impianti di trattamento. 

Il trasporto deve avvenire esclusivamente:

- dal domicilio del consumatore al luogo di raggruppamento o centro di raccolta;

- se il raggruppamento è in altro luogo diverso dal punto vendita, dal punto vendita al luogo di raggruppamento;

- dal luogo dove è effettuato il raggruppamento (punto vendita o altro luogo) al centro di raccolta.

E' obbligatorio accompagnare il trasporto con il particolare "documento di trasporto" e tenere una copia dello "schedario di carico e scarico". I distributori devono inoltre garantire che il trasporto dei RAEE sia effettuato in modo da non pregiudicare la preparazione per il riutilizzo e da garantire l'integrità dei RAEE per consentire che il confinamento delle sostanze pericolose possa essere effettuato in condizioni ottimali. 

Sanzioni

Il mancato ritiro gratuito AEE ("uno contro uno" o "uno contro zero") prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 150 a 400 euro per ogni AEE non ritirato o ritirato a titolo oneroso.

giovedì 10 aprile 2014

PUNIRE I BAMBINI


Le cose sbagliate:

Punire il bambino che, toccando un oggetto proibito, lo rompe; e non punire il  bambino che, pur toccandolo, non lo rompe.

Anche se il danno è diverso, la disubbidienza è uguale: uguale deve essere la punizione. Il bambino che non ha rotto l'oggetto, inoltre, si ricorderà del castigo e si guarderà bene dal toccarlo ancora, qualora se ne ripresentasse l'occasione.

mercoledì 9 aprile 2014

LAVARE TESSUTI ELASTICI


Per lavare i tessuti elasticizzati senza far loro perdere l'elasticità, usate acqua tiepida cui sia stata aggiunta un poco di  crusca.

Fateli asciugare senza esporli al sole.

martedì 8 aprile 2014

MANGIME PER UCCELLINI

Il mangime che si somministra agli uccellini in gabbia dovrà bastare per un solo giorno, o comunque essere quotidianamente rinnovato; infatti gli uccellini scelgono con il becco ciò che preferiscono, sparpagliando il resto. Il giorno dopo, trovando solo ciò che hanno scartato, resterebbero di malumore e li assalirebbe la malinconia.

lunedì 7 aprile 2014

STAMPE ANTICHE


 
Se avete a disposizione parecchie stampe antiche di piccolo formato o minuscole miniature o oggettini graziosi che vorreste utilizzare ma che non potete appendere a una parete perché temete che non risaltino abbastanza, date le dimensioni ridotte, fatene una composizione su un unico pannello di legno, opaco o lucido. Potrà essere stretto e alto oppure basso e lungo, secondo la posizione in cui verrà collocato. Fatevelo fare da un bravo, falegname.

domenica 6 aprile 2014

ARANCE DELLA SALUTE


Le arance della salute. Il Simbolo dell'alimentazione sana e  protettiva ha superato tre milioni di euro. Tanta era l'energia nell'aria: quella dei  20.000 volontari che, instancabili come sempre, hanno distribuito Le Arance della Salute nelle piazze i tutta Italia. Negli anni economicamente difficili che stiamo vivendo, è un risultato che testimonia quanto la missione di AIRC sia condivisa e prioritaria. I fondi raccolti contribuiranno a garantire la continuità dei progetti di ricerca attivi nelle più qualificate istituzioni di ricerca italiane. Anche gli studenti di 638 scuole si sono impegnati nella distribuzione del prezioso frutto.

sabato 5 aprile 2014

TERAPIE MIRACOLOSE

Dietro le terapie miracolose spesso si nasconde la bufala.
E' intorno alla speranza di guarigione che prosperano bufale o terapie pseudoscientifiche quando non vere e proprie truffe. 
Diffidate e controllate.

venerdì 4 aprile 2014

SUGO ALLA MARINARA


Un vera specialità gastronomica che senza dubbio vi piacerà è questo sugo alla marinara, dal fresco sapore di mare che ben si concilia con gli spaghetti del venerdì: ponete a soffriggere in olio abbondante, dentro una padella di ferro, uno spicchio d'aglio per persona e un pezzo di peperoncino rosso. Schiacciate l'aglio con una forchetta, e appena avrà preso colore togliete la padella dal fuoco e stemperate nell'olio due acciughe salate, che avrete precedentemente pulito e lavato con cura.

Rimettete la padella al fuoco, aggiungendo mezzo chilo di pomodori
da sugo, pelati e fatti a pezzi, 50 grammi di olive verdi e nere snocciolate e tagliate a fettine, una cucchiaiata ai capperi lavati in acqua corrente. Lasciate bollire per circa mezz'ora, ricordandovi poi di togliere l'aglio verso la fine della cottura.

giovedì 3 aprile 2014

FOTOGRAFANDO


Fotografando un paesaggio con cattive condizioni atmosferiche occorre porre in primo piano una nota chiara, contrasto luminoso necessario per ravvivare l'immagine.

Fotografando paesaggi con neve si scelga un'illuminazione laterale, che darà una migliore impressione di rilievo.

Per fotografare in montagna oltre i 2000 metri è raccomandabile lo speciale filtro ultravioletto.

mercoledì 2 aprile 2014

CARTONE ONDULATO

Alcuni recenti studi dell'Università di Bologna e del Politecnico di Milano hanno dimostrato che l'utilizzo di imballaggi in cartone ondulato per conservare frutta e verdura comporta una riduzione della "water footprint", cioè l'impronta idrica delle nostre abitudini alimentari. Queste ricerche sono state promosse da Bestack, un consorzio non profit che riunisce a livello nazionale i produttori di imballaggi per ortofrutta in cartone ondulato, materiale naturale, rinnovabile e riciclabile.

Per la produzione di un imballaggio di questo tipo vengono utilizzati solo 8 litri d'acqua, contro i 75-90 litri consumati, ad esempio, per una doccia della durata di 5 minuti. Inoltre le aziende italiane che producono il cartone ondulato utilizzano materia prima vergine che proviene da foreste gestite in modo sostenibile. La scelta di prodotti che hanno un impatto ambientale più contenuto comporta minori sprechi alimentari. 

Altre ricerche hanno messo a confronto le due tipologie di imballaggio per frutta e verdura che vengono utilizzate sul mercato, cioè il cartone ondulato monouso e le cassette di plastica riutilizzabili. I risultati della ricerca sono stati i seguenti: negli imballaggi riutilizzabili è stata riscontrata la presenza di microbi,assenti nel cartone ondulato monouso, che non risultano essere dannosi per la salute del consumatore, ma sono in grado di alterare la "vita" di un prodotto fresco. 

Il contenitore di cartone ondulato risulta essere quindi la soluzione più igienica per contenere frutta e verdura e di conseguenza il materiale più efficiente nella riduzione degli sprechi alimentari.

martedì 1 aprile 2014

FESTA PER JANNACCI


Sabato 5 aprile, in occasione dell'intitolazione della Casa dell'accoglienza di viale Ortles a Enzo Jannacci, ci sarà una grande festa, dalle ore 14. La giornata vedrà laboratori e animazioni per bambini, musica e cabaret, attività sportive e una mostra dedicata all'artista milanese.

Moltissimi gli amici di Jannacci che hanno assicurato la loro presenza all'evento.

Insieme al figlio Paolo, si alterneranno sul palco: D. Abatantuono,

Ale&Franz, Andrea e Michele. P. Belli, E. Bertolino, V. Capossela, R. Carrieri. Cochi e Renato, G. De Angelis. K. Follesa, R. Gianco, M. Lavezzi, F. Oreglio, F. Orselli, M. Pagani, R. Piferi, P. Rossi, G. Salvatores, R. Sarti, B. Storti, F. Treves, R. Vecchioni, D. ZM.