sabato 30 novembre 2013

UNGHIE ECOLOGICHE



La crescente attenzione per la salvaguardia dell'ambiente sta investendo giorno per giorno vari settori della nostra società. 
Anche il mondo della nail art ha intrapreso la strada verso la tutela dell'ambiente, commercializzando prodotti per la ricostruzione delle unghie, in particolare degli smalti ecologici a base di sola acqua.
Tali smalti non presentano tra i vari componenti solventi chimici, ma sono di base prodotti con sostanze naturali che garantiscono le stesse colorazioni degli smalti tradizionali.
L'uso di tali prodotti è diretto soprattutto alle future mamme, che nel periodo di gravidanza sono costrette a rinunciare alla cura delle proprie mani per paura di venir a contatto con sostanze che potrebbero avere ripercussioni sulla gestazione.
Il mondo della cosmesi, che fino a poco tempo fa sembrava insensibile al problema ecologico, ha intrapreso la via verso un futuro orientato al rispetto dell'ambiente e della natura.




venerdì 29 novembre 2013

LEGNO PER AMBIENTI


IN QUALI AMBIENTI

Il pavimento di legno si addice particolarmente ai locali di soggiorno e a quelli dedicati al riposo; infatti, oltre a essere piuttosto caldo (tanto che vi si può camminare, senza sentir freddo, anche con leggerissime scarpine da casa), è poco rumoroso.
Sconsigliabile è invece usarlo in ingressi, corridoi, bagni e cucine. Nei locali di grande passaggio, come sono appunto gli ingressi e i corridoi, può accadere che i l legno venga « segnato », e quindi rovinato, dai tacchi delle scarpe; negli ambienti un po' umidi come bagni e cucine, c'è il pericolo che le doghe si muovano o si stortino,
anche se il legno è stagionato o trattato con prodotti chimici.

giovedì 28 novembre 2013

ZUPPA DI CIPOLLE ALLA FRANCESE


Ecco una nuova versione della classica zuppa di cipolle alla francese(soupe à l’oignon), che nella sua rustica semplicità è squisita e nutriente. Calcolate una grossa cipolla per ogni persona; affettatela e fatela imbiondire in una giusta quantità di burro, aggiungendo a metà cottura un cucchiaio di farina bianca. Si fa completare la cottura rimestando continuamente, quindi si versa sul tutto un litro di acqua calda per ogni 4 persone, sale e pepe e si lascia cuocere dolcemente per un'ora.
Quindi si passa tutto al setaccio e si versa la purea ottenuta su larghe fette di pane scuro fritte nel burro o semplicemente abbrustolite. Si cosparge infine di abbondante parmigiano grattugiato.