venerdì 20 aprile 2018

LAVATRICE E BIANCHERIA PESANTE

Quando risciacquate nella lavatrice la biancheria pesante (coperte, lenzuola matrimoniali, ecc.) abbiate l'avvertenza di diminuire il tempo di centrifugazione, effettuando cicli di risciacquo più brevi ma più numerosi. Una centrifugazione troppo lunga può infatti logorare la biancheria nei punti in cui si formano le piegature, che diventano tanto marcate da resistere perfino al ferro da stiro. 

giovedì 19 aprile 2018

GINNASTICA PER DOLORI E TENSIONI MUSCOLARI


Per alleviare dolori e tensioni muscolari procurati da sforzi o insorti improvvisamente e senza alcuna causa apparente, provate a eseguire i seguenti movimenti.

Se sentite la schiena dolente spingete fortemente le braccia all'indietro. tenendo i gomiti piegati. Ripetete più volte.

Per combattere la stanchezza della nuca e del collo, dovuta, ad esempio, all'esservi concentrate in un lavoro sedentario, lasciate cadere la testa sul petto e poi rialzatela verso l'alto, oppure descrivete dei cerchi con la testa, prima in un senso, poi nell'altro.

Per evitare la rigidità dei muscoli delle spalle abbassatele e rialzatele subito dopo, oppure fate descrivere più volte prima a una spalla poi all'altra dei piccoli cerchi.

mercoledì 18 aprile 2018

ACQUA CALCAREA E LA LAVATRICE

L'acqua troppo calcarea indurisce la biancheria e provoca delle incrostazioni nella lavatrice;  si può eliminare l'inconveniente unendo al detersivo un prodotto che addolcisca l'acqua, come il bicarbonato di sodio.

martedì 17 aprile 2018

LE CONTROINDICAZIONI ALLA BIRRA

Per gli effetti associati dell'alcool, degli zuccheri e della notevole quantità di liquido che viene ingerito, la birra favorisce l'obesità e predispone alla gotta.
Alle persone di notevole mole e con disturbi artritici essa è quindi sconsigliata, anche se il classico bevitore di birra è quasi sempre raffigurato come un omone, grande e grosso. Inoltre la birra, ancor più di tutti gli altri alcolici, è spesso la causa di infiammazioni delle vie urinarie. I diabetici trovano nella birra una pericolosa fonte di zuccheri. Essa è sconsigliabile anche a chi soffre di disturbi intestinali, perché favorisce la fermentazione e lo sviluppo di gas.
Per chi è sano, una buona birra, limpida e frizzante, coronata di candida schiuma, è una bevanda dissetante e piacevole, specialmente indicata nella stagione estiva.
Essa, col suo sapore aromatico, fresco e frizzante può essere veramente la compagna dei cent'anni di chi, come dice il proverbio, l'avrà sempre bevuta.       

lunedì 16 aprile 2018

PROGRAMMA GIORNALIERO PER MANTENERSI GIOVANI


Ecco  un programma di massima, basato su criteri razionali, per  mangiare giusto e bene fino al traguardo della vecchiaia.
Al mattino, prima della colazione, è consigliabile bere mezzo bicchiere d'acqua fresca (pura o minerale), o di succo di frutta o di pomodoro. Dopo il sonno, questa “ doccia fresca " servirà a risvegliare l'apparato digerente, specialmente nei casi di inappetenza abituale.
La prima colazione deve essere sostanziosa, per prepararvi al lavoro della giornata, ma leggera, per non caricare lo stomaco con cibo voluminoso e poco digeribile. Senza questa colazione (come è abitudine di molte persone), Io stomaco rimane vuoto fin dalla sera precedente e la sua capacità digestiva, legata a un ritmo di lavoro regolare, diminuisce. Per una colazione come si deve, potete prendere: una tazza di latte caldo (con tè, con caffè, o con cacao) e un paio di fette di pane con burro, marmellata o formaggio.

A mezzogiorno e alla sera, per il pranzo e per la cena, non ci sono regole fisse, data la varietà di gusti e abitudini individuali. Si può dire però che il pranzo deve essere il pasto principale solo se si ha a disposizione il tempo sufficiente per una digestione tranquilla.
In caso contrario esso dovrà essere sostanzioso, ma leggero e di volume limitato e sarà la cena il pasto principale: essa però non dovrà mai essere consumata troppo tardi o troppo vicino al momento di andare a letto.
Sia per il pranzo sia per la cena il primo piatto può essere un brodo (che stimola l'appetito e la digestione), o un piatto di pasta o riso. Il brodo deve essere ristretto e caldo, e la pasta o il riso devono essere ben conditi (con piselli, formaggio, pomodoro, ecc.) e mai troppo cotti. Le persone delicate di stomaco o di fegato devono evitare tutte le salse piccanti e i condimenti grassi. Il condimento migliore per loro è il pomodoro fresco.
Le pietanze sono lasciate alla abilità e al gusto di chi cucina, ma anche per esse valgono le regole suddette di semplicità, valore nutritivo, facile digeribilità e volume non eccessivo

domenica 15 aprile 2018

SALAME DI TACCHINO

Se cucinate il tacchino intero non gettate il collo: potete utilizzare la pelle per farne un salame; riempiendolo di carne trita alla quale avrete aggiunto della mollica di pane imbevuta nel latte, un poco di salsiccia, sale e pepe. Legate le estremità e fate lessare. 

sabato 14 aprile 2018

CURA DIMAGRANTE INNOCUA E RINFRESCANTE

Una cura dimagrante innocua e rinfrescante: tre  tazze al giorno di acqua in cui si son fatte bollire per mezz'ora delle radici di asparago (circa un etto in due litri d'acqua).